Una domenica per Paolo Mantovani. La Sampdoria celebra il presidente più amato - Genova 24

Una domenica per Paolo Mantovani. La Sampdoria celebra il presidente più amato

paolo mantovani sampdoria

Genova. Sono trascorsi già 20 anni, eppure sembra ieri. Vent’anni senza Paolo Mantovani, il Presidente della Sampdoria. L’uomo dei successi, dei “gemelli del gol” Luca Vialli e Roberto Mancini, della Samp che “viaggia spesso per l’Europa” e dell’indimenticabile scudetto.

In fondo, però, descrivere cosa Paolo Mantovani abbia significato per la società blucerchiata è impossibile. Meglio allora celebrarne la ricorrenza della scomparsa, avvenuto il 13 ottobre 1993. La giornata sul filo della memoria, fortemente voluta da tifosi, società e famiglia del Presidente, si dividerà tra due differenti location: Palazzo Ducale e il “Gloriano Mugnaini” di Bogliasco.

La mattinata, dalle 10.00 alle 12.30, si svilupperà interamente nella Sala del Maggior Consiglio, dove sarà allestita una suggestiva mostra di trofei, documenti e cimeli dell’Era Mantovani (che sarà aperta fino alle 19.00). A partire dalle ore 11.00 avrà inizio un dibattito, moderato da Marino Bartoletti, dal titolo inequivocabile – Paolo Mantovani uomo, presidente, imprenditore: il suo rapporto unico con la tifoseria – al quale prenderanno parte personalità illustri del mondo del calcio, del tifo e dell’imprenditoria genovese.

Nel primo pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.00 circa, l’attenzione si sposterà al centro sportivo blucerchiato. Sul prato principale del Poggio vecchie glorie doriane e amici di sempre si sfideranno (in diretta su Samp TV) in un contesto speciale, a porte aperte come sarebbe piaciuto al Presidente; una figura che anche i bambini potranno conoscere e riscoprire attraverso i racconti di Francesca e Ludovica Mantovani, presenti a bordocampo per raccontare chi era, cosa pensava e cosa ha fatto Paolo per la Sampdoria.