Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo: nel Tigullio e nel Golfo Paradiso tiene il settore congressuale, ma serve offerta più ampia

Levante. Nel comprensorio Golfo Paradiso e Golfo del Tigullio tiene il settore congressuale ma aumentano le incognite sul futuro del turismo. E’ la sintesi dei dati relativi al periodo gennaio-agosto 2013, elaborati dal Centro Studi di Confindustria di Genova che confermano un trend del settore della congressistica in linea con i dati dello scorso anno.

L’iniziativa è promossa da Federcongressi&Eventi, attraverso la collaborazione di Meet in Liguria, nella figura di Portofino Coast per il Levante e Convention Bureau Genova per l’area del genovesato, suoi soci.

Nel dettaglio dei dati rilevati sulla destinazione di Portofino Coast, a fronte di un numero di eventi costante, 441 (con un calo dell’1,1% rispetto all’anno precedente), per un totale di 27.777 partecipanti, la riduzione congiunturale delle risorse ha prodotto una contrazione del fatturato e una diminuzione degli eventi a carattere regionale, mentre sono risultati in crescita quelli nazionali (che rappresentano il 33% del totale), stabili i locali (circa il 30%) e gli internazionali (pari a circa il 19%). E se la situazione attuale è apparentemente stabile, ci sono forti timori per gli sviluppi futuri.

Il presidente del consorzio Portofino Coast Franco Orio chiede che venga sviluppato il turismo congressuale per poter offrire alle strutture alberghiere un’alternativa al turismo balneare.

All’interno del comprensorio tra Recco e Moneglia, manca una struttura congressuale esterna a quelle messe a disposizione dagli hotel e dedicata ad ospitare manifestazioni, offrendo servizi e spazi adeguati ad eventi di livello – dice Orio – così come si continua a soffrire per la carenza cronica di collegamenti aerei da e per Genova. A questo si aggiunge la mancanza di sinergia tra le diverse risorse del territorio, capaci di motivare l’organizzazione di congressi e meeting per la destinazione Portofino Coast. Tutto questo porta sempre più alberghi a chiudere nella stagione invernale limitando ulteriormente la possibilità di un’offerta sufficientemente
ampia e diversificata.