Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Stoppani di Cogoleto, dalla Regione 3 milioni e 291 mila euro per superare lo stato di emergenza

Cogoleto. Tre milioni e 291mila euro per il superamento dello stato di emergenza del sito della Stoppani di Cogoleto e l’adeguamento e la messa in sicurezza della discarica di Molinetto. Sono stati stanziati dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore all’ambiente, Renata Briano. Le risorse, provenienti in parte dal Ministero dell’ambiente e in parte dal bilancio regionale, verranno trasferite immediatamente al commissario straordinario della Stoppani, il prefetto Giovanni Balsamo affinché attivi la gara per l’affidamento dei lavori.

Tra le opere previste la demolizione dei primi manufatti contaminati da cromo, a rischio di crollo e la continuazione dell’opera di depurazione della falda. “Si tratta di un momento importante per il sito – ha spiegato l’assessore Briano – perché permette di accelerare l’azione di bonifica e di messa in sicurezza ambientale da tempo portata avanti dal territorio. A questo proposto ci auguriamo che la nostra richiesta di proroga del commissario prefettizio della Stoppani, il prefetto Balsamo possa essere accolta dal Ministero, in considerazione delle iniziative puntuali assunte e per non creare interruzioni al processo di risanamento”.

“Con questi ultimi finanziamenti possiamo dire che verrà completata entro due anni la messa in sicurezza della discarica di Molinetto, funzionalmente collegata alla bonifica del sito Stoppani”, ha detto il prefetto Balsamo che ricopre l’incarico di commissario.

“L’operazione globale di bonifica – ha detto il prefetto – ammonta a oltre 8 milioni di euro che consentiranno la chiusura e la messa in sicurezza della discarica su cui pende una procedura di infrazione comunitaria, risolvendo così le questioni di sistemazione dell’area. In questo modo porteremo quel sito ad una condizione di totale risoluzione, come previsto dalle normative nazionali ed europee”.