Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Scienze da leggere”, al Cep una mostra permanente sulla scienza mostrata ai ragazzi

Più informazioni su

Genova. Grazie all’alleanza tra il Voltri Terminal Europa, la rivista Andersen, il Consorzio Agorà e il Municipio di Ponente, la biblioteca comunale “Firpo” dal mese di ottobre si doterà della mostra permanente “Scienze da leggere”, a partire dal 7 ottobre 2013 a disposizione di scuole e famiglie.

La mostra a pannelli ha come tema la scienza e i libri per ragazzi che le principali casi editrici hanno pubblicato negli ultimi anni. Andersen ha realizzato una mostra costituta da una selezione di circa 60 libri per bambini e ragazzi, pannelli illustrativi e brochure-guide, redatte con la collaborazione di un gruppo di esperti che hanno prestato la loro esperienza nei singoli campi d’azione, da regalare ai partecipanti. Il tema è dato dalle scienze e dalle straordinarie conquiste ad esse collegate, per scoprire libri stimolanti e curiosi, che invitano a guardare il mondo con gli occhi di uno scienziato e aiutano a comprendere la realtà che ci circonda. Ma anche libri divertenti che insegnano a costruire dischi volanti, vulcani eruttanti ed enormi bolle di sapone. Perché la scienza è bella da leggere, ma ancora più bella da giocare.

In continuità con il progetto “Libri in movimento”, che ha visto l’intervento formativo della redazione di Andersen sugli i nsegnanti delle scuole del Municipio di Ponente, questa seconda parte si propone di dare completezza all’azione culturale iniziata da VTE sul territorio, in tema di promozione della lettura.

I testi della guida e dei pannelli sono a cura di Luca Novelli, noto autore divulgatore per ragazzi, e il coordinamento editoriale di Barbara Schiaffino, titolare della rivista e del Premio Andersen, che tra l’altro si occupano da anni di formazione specifica agli operatori culturali con l’intento di far crescere il ruolo delle biblioteche sui territori di riferimento, per la funzione di aggregatori qualificati di un pubblico misto (famiglie e scuole) da avvicinare e fidelizzare alla fruizione dei libri per ragazzi che queste possono avere.

Il progetto approda alla Biblioteca Firpo che ha visto il nascere, circa un anno fa, di un “Biblioteca Sociale”. Infatti per riuscire a rimanere aperta nel quartiere del Cep la Biblioteca ha incrociato i p0ropri destini e la propria organizzazione con il Centro Sociale Zenit e i suoi educatori. Con meno orari di prima ma comunque spesso la Biblioteca rimane quindi aperta grazie al lavoro degli educatori. Inoltre i locali della Biblioteca rimangono aperti per i ragazzi del centro trovando una crasi perfetta tra giovanissimi e promozione della cultura. Le sale della Biblioteca infatti con tutti i suoi libri sono uno degli ambienti dove i ragazzini del Cep si incontrano, giocano e crescono quotidianamente.