Quantcast
Sport

Rugby, Serie A: l’Aircom Pro Recco Rugby sfata il tabù dell’esordio espugnando Udinerisultati

Recco. L’Aircom Pro Recco Rugby batte in trasferta il Rugby Udine con il punteggio di 17-9, si aggiudica la prima partita del campionato 2013/14 e sfata anche una statistica piuttosto singolare: negli ultimi tre campionati gli squali, nel primo turno stagionale, non solo erano sempre stati battuti, ma era accaduto contro la squadra che poi sarebbe stata promossa in Eccellenza (nell’ordine, Calvisano, San Donà e infine la Capitolina, giusto un anno fa).

Al di là delle curiosità “storiche”, il risultato di domenica è importante per altri e più concreti motivi: aprire la stagione con una vittoria in trasferta e per di più su un campo difficile come quello di Udine è positivo anche ben oltre i 4 punti conquistati in classifica.

“Sono molto contento – esordisce coach Lisandro Villagra – perché abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati per oggi, cioè vincere, e lo sono ancora di più perché sono sicuro che su questo campo non saranno molte le squadre che riusciranno a portare via dei punti: oggi sia noi che Udine abbiamo giocato in modo a tratti un po’ confusionario e non abbiamo reso al massimo, ma non è stato difficile capire che questa squadra, una volta rodata, darà del filo da torcere a tutti”.

Per il Recco sono andati a segno Agniel e Gonzalez, e Villagra sottolinea come “entrambe le mete sono venute dai trequarti e la mischia è andata molto bene: questa è la strada giusta, su cui dobbiamo ancora lavorare tantissimo. Abbiamo evidenziato problemi soprattutto nella costruzione e nella gestione del gioco in seconda e terza fase, non abbiamo brillato in touche e abbiamo commesso troppi falli: ci concentreremo su questi punti e faremo tutti insieme del nostro meglio per migliorare. La cosa che oggi di certo non è mancata e di cui sono felice è la voglia di vincere, che ci ha permesso di sopperire agli errori e ai meccanismi ancora da mettere a punto e di portare a casa un risultato importantissimo”.

Lo score degli squali è completato da 7 punti al piede di Agniel: per lui dalla piazzola 3 su 4, con due trasformazioni e un calcio di punizione.

Il prossimo turno di campionato vedrà l’Aircom Pro Recco esordire tra le mura amiche del campo Carlo Androne contro il Valpolicella, temibilissima neopromossa e ultima squadra a calcare il campo recchelino in una gara ufficiale, nella semifinale di ritorno dei playoff 2012/13. Fischio d’inizio alle ore 15,30 e per chi lo desidera ci sarà la possibilità di sottoscrivere l’abbonamento a tutte le partite interne degli squali e di ricevere la nuova Pro Recco Rugby Card.

Il tabellino:
Rugby Udine 1928 – Pro Recco Rugby 9-17 (3-10)
Rugby Udine 1928: Lentini, S. Pisano, Marconato, Lo Schiavo, Picogna (p.t. 33° Rigutti), Bombonati, Curtolo, Macor, Lorenzon, Sabot, Giacomini, Montani, Taddio (s.t. 9° Monterisi), Corbanese, Wachsmann. A disposizione: Finotto, Barella, Di Primio, Avoledo, Mezzavilla, Venier. All. Teghini.
Pro Recco Rugby: Gonzalez, Becerra, Bisso (s.t. 25° Zanotto), Tassara, Agniel, Villagra, Salsi, Giorgi (s.t. 35° Galli), Orlandi, Bonfrate, Metaliaj, Galli (s.t. 15° Torchia), Rampone, Bedocchi (s.t. 34° Sciacchiatano), Casareto. A disposizione: Cafaro, Maggi, Ciotoli, D’Agostini, Cinquemani. All. Villagra.
Arbitro: Sgardiolo
Marcatori: p.t. 3° cp Agniel (0-3), 29° mt Agniel, tr Agniel (0-10), 40° cp Bombonati (3-10); s.t. 10° cp Bombonati (6-10), 20° cp Bombonati (9-10), 25° mt Gonzalez tr Agniel (9-17).
Cartellini Gialli: s.t. 35° Sciacchitano.