Quantcast

Rapine in gioielleria: esercenti genovesi a “scuola” di sicurezza

Genova. Il 7 ottobre scorso presso la sede di via Cesarea dell’Ascom di Genova, l’Associazione Gioiellieri della provincia di Genova, ha organizzato per le aziende associate e non un incontro sul tema della sicurezza che ha visto come relatore il capo della Squadra Mobile della Questura di Genova il Dr. Fausto Lamparelli.

“Le recenti violente rapine, che ancora una volta hanno visto vittime colleghi del nostro settore” – spiega Enrico Natoli, Presidente dell’Associazione Gioiellieri – “ci hanno spinto ad richiedere un incontro con il Questore di Genova nel corso del quale abbiamo evidenziato le difficoltà e le problematiche legate al tema della sicurezza che gravano sulle nostre aziende.

“In questa occasione -prosegue Natoli- abbiamo convenuto che è possibile e doveroso fare ancora molto in materia di sicurezza e che è necessario sensibilizzare le aziende, specialmente quelle del nostro settore che sono le più esposte ad un certo tipo di criminalità, a dotarsi di conoscenze e strumenti idonei allo scopo. Abbiamo pertanto deciso di organizzare una serie di incontri di carattere operativo per fornire alle aziende del settore una gamma di informazioni e consigli che possano se non altro ridurre i fattori di rischio”.

“Il primo di questi incontri ha suscitato molto interesse fra gli operatori e la partecipazione è stata buona. Il Dr. Lamparelli ci ha illustrato con sapienza il lavoro delle forze dell’ordine e ci ha sottolineato quanto sia importante la prevenzione ad esempio attraverso tecnologie di videosorveglianza. Non ci fermeremo qui – aggiunge Natoli – stiamo già organizzando il prossimo incontro previsto per fine Ottobre con le aziende ed alcuni esperti di tecnologie di videosorveglianza e di casseforti”.