Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo, stop allo smog: dal 1 dicembre limitazioni per i veicoli

Più informazioni su

Rapallo. Il “Piano regionale di risanamento e tutela della qualità dell’aria e per la riduzione dei gas serra”, assegna al Comune l’individuazione delle iniziative più idonee per conseguire i livelli di qualità dell’aria previsti dalla norma, mediante l’adozione di specifici “Programmi degli interventi”.

Nel territorio del Comune di Rapallo è attiva dall’ottobre 2009 una postazione per il monitoraggio della qualità dell’aria di cui alla Rete Regionale gestita dall’Amministrazione provinciale di Genova situata in Via della Libertà che provvede al rilevamento dei seguenti parametri: Monossido di Carbonio (CO), Diossido di azoto (NO2), Benzene (C6H6) e Particolato Atmosferico (PM10).

Il Comune di Rapallo di intesa con la Direzione Ambiente della Provincia di Genova ha attivato, da tempo e nell’interesse della salute pubblica, un programma di monitoraggio integrato mediante misure di traffico e di inquinanti che ha visto, tra l’altro, l’installazione di una seconda postazione di monitoraggio della qualità dell’aria in locaità San Michele di Pagana.

Ritenuto che il traffico veicolare sia responsabile per il 95% delle emissioni di benzene e che per questo si configurino i presupposti di cui all’art. 7 del Codice della strada che dà facoltà ai comuni di limitare, sulle strade comunali, la circolazione di tutte o alcune categorie di veicoli per accertate e motivate esigenze di prevenzione degli inquinamenti e di tutela del patrimonio artistico, ambientale e naturale.

Per tali motivazioni il Sindaco di Rapallo, di concerto con gli uffici Ambiente della Provincia di Genova e dell’ASL 4 Chiavarese, ha deciso che a partire dal giorno 01/12/2013 verrà istituito il divieto di transito su tutto il territorio comunale, dalle ore 07.00 alle ore 19.00, dei giorni feriali dal lunedì al venerdì alle seguenti categorie di veicoli (salvo deroghe ed esclusioni):
autovetture destinate al trasporto di persone aventi al massimo nove posti, alimentati a benzina, metano o GPL con omologazioni precedenti all’EURO 1, in pratica tutte quelle immatricolate prima del 1/01/1993
autocarri aventi massa massima non superiore a 3,5 ton utilizzati per il trasporto e la distribuzione delle merci e per l’esercizio delle attività commerciali, artigianali, industriali, agricole e di servizio alimentati a benzina con omologazioni precedenti all’EURO 1 – in pratica tutte quelli immatricolati prima del 1/01/1993

Negli stessi orari è vietata la circolazione di ciclomotori e motocicli a 2 o 3 ruote con motore termico non conformi alla normativa EURO 1 direttiva 97/24/CE in pratica tutti quelli immatricolati prima del 1/01/1997.