Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prodotti a chilometro zero, ristorazione e wi-fi: rinasce il mercato del Carmine foto

Genova. Con una struttura nuova e la sua caratteristica e unica posizione nel cuore di Genova, ecco riaprire il Mercato del Carmine. Una piazza all’interno di un’altra piazza. E’ questo il concetto con un cui un apposito team di giovani architetti genovesi ha pensato al nuovo mercato, che finalmente torna a rivivere e che domani aprirà al pubblico.

mercato del carmine

Vere protagoniste saranno le eccellenze liguri. Ci sono infatti banchi e un negozio di prodotti a chilometro zero. Poi pesce freschissimo catturato nel mar Ligure, un macellaio con carne da allevamenti di Propata e un fruttivendolo con prodotti di stagione degli orti genovesi. Da non dimenticare il punto di ristorazione, l’enoteca, un distributore automatico di latte fresco e una fontana da cui sgorga acqua comunale.

“È un mercato, ma diverso dagli altri, perché pensato come centro di educazione al consumo sostenibile, della filiera corta e delle cose buone – dichiara Giovanni Battista Costa, presidente del Consorzio Mercato del Carmine – Siamo molto soddisfatti per il risultato raggiunto grazie alla nascita di vere e proprie squadre che siamo riusciti a costruire, dai pescatori, ai commercianti, agli architetti, che hanno portato alla realizzazione di questa struttura”.

Una delle parole chiave del nuove mercato è “chilometro zero” e non solo per quanto riguarda i prodotti sui banchi. “Per la struttura sono stati utilizzati materiali locali, come l’ardesia e il legno di Campo Ligure – conclude Costa – anche i colori sono in funzione del prodotto. Insomma, un luogo importante per la città, per la creazione di occupazione, per lo sviluppo territoriale, per le ricadute sui commercianti al di fuori del mercato e anche per il turismo”.

Il nuovo mercato, infatti, sarà anche luogo di aggregazione. Il team di architetti che hanno lavorato al progetto hanno infatti cercato di sfruttare al meglio lo spazio pubblico. Lo scopo è stato quello di creare una una piazza all’interno del mercato, proprio come la piazza esterna. Il tutto grazie a una bellissima struttura in stile liberty, con vetro, legno, ardesie e un riscaldamento a tubi d’acqua calda che passano sotto il pavimento.

“Una grande soddisfazione per la riapertura di una struttura meravigliosa, ripristinata con contributo importante del Comune e ideata da questo consorzio che ha avuto l’intuizione geniale nel coniugare la tradizione con materiali e tecnologia moderni, come il wi-fi – dichiara l’assessore allo Sviluppo Economico, Francesco Oddone – un passo importante per rilancio economico e turistico della città”.

I genovesi, poi, avranno la possibilità di vivere questo spazio dalla mattina alla sera. “Oltre al mercato tradizionale, con prodotti principalmente locali, ci sarà anche la possibilità di fare colazione, pranzo e cena, con ristorazione di alta gamma, come succede nei grandi e famosi mercati europei – conclude Oddone – Si tratta di un gioiello, che servirà anche per dimostrare la vera identità dei nostri quartieri”.

Mancano ormai poche ore e domani il mercato spalancherà le sue porte ai genovesi, che finalmente potranno vedere da vicino quello che dall’assessore Oddone è stato definito come “un gioiello” nel cuore della città.