Quantcast

Portanova e il ritorno di Gasperini: “Juric o Milanetto non ci sono più. Basta paragoni, l’importante è il Genoa”

Genova. Giampiero Gasperini è tornato, è vero, e “l’impatto è positivo”. Però i confronti finiscono qui, perché altrimenti si rischia di pensare troppo al passato e di fare un danno al Genoa di oggi. Il capitano del Genoa, Daniele Portanova, a margine di un’iniziativa benefica presentata nel Salone nautico, non nasconde un certo fastidio per i paragoni con la prima rosa rossoblu di Gasperini.

“L’impatto di Gasperini è stato positivo – ha detto Portanova -. Secondo me dobbiamo fare però pochi paragoni col passato per rispetto alla squadra attuale. Parlo a nome del gruppo che non vuole sentire più dire che quel giocatore deve fare come Kaladze, o come Juric o Milanetto. E’ una cosa che dà fastidio. Quei giocatori non ci sono più e ora serve massima fiducia nei ragazzi che ci sono adesso. L’importante adesso è il Genoa”.

Sotto, allora, con il prossimo impegno. “Domenica a Catania sarà una gara complicata – ha aggiunto Portanova -. Loro hanno vinto dopo un inizio brutto e sperano di fare il bis; ma noi dobbiamo andare là per cercare di vincere. Un successo ci permetterebbe di poter lavorare bene durante la sosta e assimilare di più l’idea di calcio del tecnico. Di certo, pur rispettando il Catania, andremo a giocare per vincere la partita”.