Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piazza Palermo: festa per la pedonalizzazione del controviale, ma la battaglia è dietro l’angolo foto

Genova. Dopo l’endorsement del sindaco, Piazza Palermo oggi festeggia il suo controviale pedonale “restituito alla socialità, al gioco, al relax”. “Un grande successo” per Municipio, dirigenza scolastica del Barrili che ne aveva fatto richiesta, parte delle famiglie e anche dei cittadini. Ma non tutti plaudono. Alcuni residenti, così come alcuni commercianti, protestano, restano fermamente contrari e annunciano battaglia.

piazza palermo pedonalizzazione

“Un grande successo, arrivato al termine di un grosso lavoro compiuto con le famiglie, i genitori dei bambini, con la scuola stessa e grazie anche alla volontà del Municipio che ha saputo convincere il Comune su un progetto di riqualificazione di un’area che nei giorni di mercato veniva utilizzata per transito e sosta”, ha commentato il presidente Alessandro Morgante in occasione dell’inaugurazione ufficiale. Una soluzione non condivisa da tutti, mentre le moto talvolta parcheggiano lo stesso. “Per ora in modo improprio – sottolinea Morgante – la parte davanti alla Barrili ora è idonea, quella davanti all’ex Nautico, invece, deve ancora essere oggetto di miglioramento con arredi e panchine per renderla più vivibile”.

Ma lunedì e giovedì mattina, i giorni di mercato, per i commercianti che si affacciano su questo lato di Piazza Palermo si pone un problema: “siamo completamente bloccati e la nostra attività non ha ragione di essere – commenta Paolo Romei, titolare dell’autofficina – Inoltre in caso di emergenza non c’è più nessuna via di fuga, sfido ambulanze e vigili del fuoco ad arrivare qui”.

Di qui l’affido del “caso” a un avvocato perché possa arrivare a una soluzione condivisa. “Assurdo bloccare un quarto di piazza quando con un po’ di bon senso si poteva mettere una sbarra – spiega ancora Romei – Sono d’accordissimo, la priorità è la sicurezza dei bambini, ma una volta dentro la scuola, non vedo perché bloccare le attività commerciale e i civici. Aldilà di un ragionamento che può sembrare egoistico, c’è comunque un discorso di sicurezza che coinvolge questo lato della piazza”.

La contestazione fa leva anche sulla convivenza con il mercato, con possibilità ventilata che si trovi, in accordo con gli ambulanti, un’altra sede. “Non è nelle nostre intenzioni – aggiunge il presidente di Municipio – l’area pedonale è vicina al mercato, ma non lo interseca. Anzi lo riqualifica”.