Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piazza Palermo, arriva la pedonalizzazione del controviale: ma la convivenza con il mercato fa discutere foto

Genova. Aprile 2013, la lettera delle famiglie, a seguito di una raccolta firme recapitata in Municipio, era sulla scrivania del sindaco Doria a cui si chiedeva “una presa di posizione ferma a favore della pedonalizzazione”. Sei mesi più tardi, il volto nuovo di piazza Parlermo inizia a prendere forma.

“Finalmente si è concretizzato il progetto di pedonalizzazione della corsia antistante il polo scolastico di Piazza Palermo – scrive la consigliera municipale Pd, Annalisa Marinelli su Facebook – È stato un percorso lungo e travagliato nel quale sono servite la determinazione e l’impegno costante di molti di noi”.

Dopo “proteste, foto, esposti”, come ha ricordato la consigliera, l’area antistante la scuola Barrili e l’ex Nautico, che ospiterà l’asilo Foce e la scuola media Magnasco di Corso Torino, sarà pedonale.

“Come amministratori municipali abbiamo posto come punto fermo il concetto che il conflitto tra mercato e alcuni residenti non poteva trovare una soluzione a danno della sicurezza e del diritto allo spazio dei più piccoli – ha spiegato Marinelli – E così abbiamo deciso di porre una tutela più forte di quel luogo. Questo non ci sottrae dall’impegno a trovare future soluzioni per i conflitti ancora in piedi in uno spazio ricco e vitale come Piazza Palermo. L’invito che rivolgo allora oggi a tutte le famiglie è di prendere possesso di questo spazio, viverlo, utilizzarlo con agio e sicurezza”. E questa settimana è già in programma una festa inaugurale.

“Un importante risultato”, ha commentato il presidente del parlamentino del Medio Levante. “Tanti, come me, ricordano quando da piccoli questa zona era il luogo di incontro, di amicizia e di gioco – ha detto Alessandro Morgante – La restituiamo ai bambini e alle bambine del 2013 e lavoreremo per renderla bella come via Fiasella in onore di Silvia Rizzo”.

Non tutti però sono soddisfatti. “Sulla pedonalizzazione non ho mai avuto niente da ridire – ribatte Enrico – è cosa giusta e sacrosanta. C’è invece un grosso problema di convivenza tra mercato e residenti, è da ciechi non accorgersene. Vogliamo/volete affrontare davvero la questione e trovare una soluzione che sia un buon compromesso per tutti oppure vi sentite appagati per avere chiuso tre metri di marciapiede?”.

“Oltre al problema dell’invasività del mercato, da ieri abbiamo anche il problema di reperire un sufficiente numero di posti auto e moto – aggiunge Marcella – tolti con l’ultimo intervento… Ovviamente posti auto/moto non “a giornata”, come il contentino che è stato ideato”.

“Sono stati ricavati ulteriori stalli ponendo a lisca di pesce la sosta nel controviale dall’altra parte della piazza – la controrisposta di Morgante – in altre zone (presso edicola e presso spazio magico) verranno ricavati ulteriori posti moto”.

E sempre sul mercato si concentra la proposta “per altro non nuovissima”di Enrico: banchi non più in piazza Palermo ma di fronte alla stazione Brignole. Un trasloco gradito agli ambulanti che avrebbero a disposizione più spazi, senza problemi per mezzi e residenti, e a vantaggio, invece, degli abitanti di piazza Palermo. “Diventerebbe il centro vitale del quartiere vivibile 7giorni su 7. Nei periodi natalizi, se necessario, qualora la zona di Brignole dovesse ospitare il mercato di Natale, si può spostare in piazza Palermo: un conto è, per i residenti, avere il mercato sotto casa tutto l’anno, altra cosa è avercelo solo per un mese… sarebbe un sacrificio facilmente sopportabile”. Inoltre “consentirebbe la totale e definitiva pedonalizzazione di metà piazza, dalla aiuola centrale alle scuole”.