Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Omicidio di Santa Margherita: Poveda voleva suicidarsi

Santa Margherita. Lo sconcerto per l’omicidio di Patrizia ha avuto echi ovviamente nazionali. Un altro femminicidio ad accrescere la triste statistica di questo terribile 2013.

Dentro la categoria di femminicidio la molteplicità delle traiettorie e delle storie di violenza. Passano le ore e altri particolari delineano il terrificante quadro composto nei momenti in cui Manuel Poveda ha deciso di uccidere la sua compagna. Dopo l’omicidio, secondo la ricostruzione degli inquirenti, ha deciso se costituirisi o togliersi la vita, oppure simulare un’aggressione fatta da una terza persona.

Per questo ha nascosto il coltello da qualche parte della casa, l’arma del delitto non e’ stata trovata ancora dai carabinieri, e si e’ sistemato accanto al corpo della donna proprio per inscenare il tutto.

Lei, pero’, secondo i primi riscontri del medico legale Marco Salvi, era morta tra le 13 e le 14, le sue ferite, invece, era molto piu’ recenti. Manuel che lavora come operaio in una ditta di traslochi, ne aveva una trentina sul corpo, concentrate quasi tutte sull’addome. Appena stara’ meglio, sara’ interrogato dal
magistrato, Emilio Gatti, che sta seguendo il caso.