Omicidio di Genova, anziana massacrata a colpi di forbice: le impronte dell'assassino sul corpo di Giovanna Mauro - Genova 24
Cronaca

Omicidio di Genova, anziana massacrata a colpi di forbice: le impronte dell’assassino sul corpo di Giovanna Mauro

Genova. E’ caccia all’assassino che ieri pomeriggio ha ucciso a colpi dii di forbici nella sua abitazione a Borgoratti una donna novantenne, Giovanna Mauro Mori. La polizia scientifica per tutta la notte ha passato al setaccio l’ appartamento completamente a soqquadro alla ricerca di tracce.

Sul corpo della donna sono state trovate impronte digitali che potrebbero appartenere all’assassino. Nell’abitazione non sono stati trovati soldi né gioielli, circostanza che fa ipotizzare che la donna sia stata uccisa in una rapina o un tentativo di truffa degenerati.

L’anziana, vedova di un violinista che suonava sulle navi da crociera, indossava lo stesso vestito che aveva la mattina quando era uscita per ritirare la pensione e aveva anche le scarpe. Per questo l’ipotesi della Squadra Mobile è che possa essere stata seguita dal suo assassino.

Il magistrato Cristina Camaiori ha aperto un fascicolo per omicidio volontario a carico di ignoti e disposto l’autopsia. L’ incarico è stato conferito al medico Alessandro Bonsignore che ieri notte al termine del sopralluogo nell’abitazione della donna ha ipotizzato che la donna sia stata prima aggredita alla schiena e al torace e poi finita a forbiciate.

L’autopsia sarà importante per stabilire con precisione l’ora della morte avvenuta sicuramente nel pomeriggio di ieri. Per tutta la notte la squadra mobile ha sentito testimoni, amici e familiari della donna (tra cui il figlio e il nipote) per ricostruire la vita di “Nina”, come era conosciuta nel quartiere. Sono state sentite sia la vicina che è andata a ritirare la pensione con lei che quella che l’ha trovata morta, alla quale l’anziana aveva consegnato da tempo le chiavi di casa.