Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maxitruffa alle banche, mutui erogati con false garanzie: 36 rinviati a giudizio

Più informazioni su

Genova. Si è conclusa con 36 persone rinviate a giudizio e con tre assolte con rito abbreviato per non aver commesso il fatto l’udienza davanti al gup Silvia Carpanini nell’ambito dell’inchiesta sulle maxitruffe alle banche che portò alla denuncia di 39 persone per l’erogazione di un centinaio di mutui ottenuti con false garanzie e sopravvalutazione di immobili, per un danno di diversi milioni di euro.

I tre indagati che avevano chiesto il rito abbreviato e sono stati assolti sono due funzionari di banca e un cittadino mutuatario. Secondo l’accusa sostenuta dal pm Francesco Pinto, al vertice dell’organizzazione che avrebbe ideato la truffa c’erano Nicodemo La Rosa, il figlio Christian e il savonese Carlo Ciccione. Tra gli imputati vi sono anche commercialisti e intermediari immobiliari.

Gli organizzatori dell’associazione devono rispondere a diverso titolo di associazione a delinquere finalizzata alle truffe e di una serie di episodi di truffe mentre a altri sono contestati singoli episodi di truffa. Sarebbero 16 gli istituti di credito truffati che avrebbero subito un danno di diversi milioni di euro.

Secondo il pm l’associazione avrebbe ottenuto false valutazioni di immobili con le quali chiedeva i mutui. Pagate le prime rate, però, il prestito non sarebbe stato più onorato e quando l’istituto di credito procedeva con il pignoramento si sarebbe ritrovato con immobili che valevano due-tre volte meno rispetto ai soldi erogati.