Quantcast

La crisi fa calare la produzione di rifiuti, Federambiente: “La Liguria deve aumentare la raccolta differenziata”

Liguria. “La produzione di rifiuti è cresciuta fino al 2008 (+2% all’anno), mentre dal 2011 si è cominciato a vedere un calo, con punti percentuali tra il 4 e l’8%. Una diminuzione legata alla crisi economica di questi anni, ma anche dovuta all’aumento della raccolta differenziata che ha superato il 40% in Italia. Il minor conferimento di rifiuti in discarica rimane uno obiettivo fondamentale da perseguire, tanto a livello economico quanto ambientale”. Lo ha detto Gianluca Cencia, direttore di Federambiente, intervenuto durante il convegno in corso presso la sala del Sea Art Hotel di Vado Ligure dal titolo “Discariche controllate e gestione del ciclo dei rifiuti urbani”, organizzato in occasione del 20 anni di attività della discarica vadese del Boscaccio.

“La Liguria è ancora indietro rispetto ad altre regioni del Nord, tuttavia ci sono buone possibilità perché si allinei ai valori delle altre regioni: lo sforzo da parte delle istituzioni c’è e speriamo che anche grazie ad occasioni di incontro come queste”.

“Le città sopra i 200 mila abitanti non superano il 50% di raccolta differenziata, tranne Verona il resto dei centri urbani è ancora in difficoltà. Tuttavia l’adozione di strumenti, strategie ed incentivi idonei può consentire un aumento della raccolta anche nelle grandi città” conclude.