Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Infrastrutture: l’Unione Europea co-finanzierà il collegamento tra Aeroporto di Genova e ferrovia

Genova. Una delegazione della Regione Liguria – Assessorato alle Infrastrutture- ha partecipato in questi giorni a Tallin, capitale dell’Estonia, al Ten-T Days 2013 , l’evento annuale organizzato dalla Commissione Europea per la presentazione dei più importanti progetti cofinanziati dall’Unione Europea nell’ambito delle politiche comunitarie di sostegno allo sviluppo della rete paneuropa della mobilità. Intermodalità, sostenibilità, telematica e prospettiva sono le parole chiave dell’evento.

La Regione Liguria, con il supporto operativo di Liguria Ricerche, ha allestito uno stand per presentare i progetti di recente finanziati dalla TEN Agency ed in particolare il progetto di interconnessione tra la Aeroporto di Genova e nuova fermata ferroviari di Erzelli; accanto, è stato presentato il più maturo “Mos 24” (centro di promozione della comodalità che mira a “prolungare” il corridoio Rotterdam – Genova lungo le autostrade del mare. Allo stand sono state date anche informazioni su COSTA, TrainMos e sull’opera infrastrutturale di riempimento di calata Ronco-Canepa proposta ed attuata dall’Autorità Portuale di Genova.

Lo stand regionale ha ricevuto numerose visite che denotano vivo interesse verso l’innovativa soluzione individuata per il collegamento tra l’aeroporto Cristoforo Colombo e il corridoio ferroviario Genova Rotterdam attraverso un vettore sostenibile come una cabinovia.

Al riguardo,L’Europa co-finanzierà il progetto di collegamento diretto tra aeroporto di Genova e ferrovia, l’ufficialità è giunta oggi, quando al Cristoforo Colombo è arrivato il contratto siglato dall’agenzia TEN-T. L’accordo prevede il co-finanziamento del progetto (il 50% di 1.152.000 euro).

Anche il Commissario Europeo Sim Kallas ha sostato allo stand esprimendo vivo apprezzamento per il lavoro svolto.

Accanto, lo stand di Widermos, progetto di logistica ed ICT, il cui capofila è il Porto della Spezia e di cui Regione Liguria ed Agenzia regionale delle Dogane sono partner.

La delegazione ha preso parte alle conferenze in cui sono state illustrate le priorità della prossima programmazione, con particolare attenzione all’impiego del LNG per il traffico marittimo; sono stati avviate relazioni con potenziali partner anche nell’ottica di presentare studi di comune interesse sulla call TEN-T in uscita a fine anno.

“I progetti comunitari” – afferma Raffaella Paita, assessore regionale alle Infrastrutture – “sono una frontiera già rivitalizzata su cui la Regione sta investendo. Sono occasione per fare sistema, per instaurare nuove relazioni internazionali, per fare squadra e condividere buone pratiche. Specie in una chiave comunitaria dove si devono agganciare le pianificazioni locali, regionali e nazionali con quelle degli altri stati membri”.

La notizia del co-finanziamento europeo del progetto per il collegamento tra l’aeroporto Cristoforo Colombo e la ferrovia “è un importante riconoscimento per il nostro scalo e per il territorio», commenta il presidente dell’Aeroporto di Genova, Marco Arato.

«In soli 7 mesi l’aeroporto, grazie all’impegno di Regione Liguria ed enti locali, è riuscito a preparare la proposta, formalizzarla, superare la selezione e ottenere la firma di approvazione della Commissione», sottolinea Arato.

Un risultato importante per il territorio ligure anche se si considera che negli ultimi 6 anni solo altri 5 gestori sono riusciti a ricevere l’approvazione per il co-finanziamento di progetti legati alle infrastrutture aeroportuali. “Ciò anche a convalida del ruolo strategico dello scalo nella rete italiana, a prescindere dai volumi di traffico attuali, come già indicato da ENAC e Ministero nei rispettivi documenti programmatici”, sottolinea il Presidente dell’aeroporto. Ora il programma procederà a tappe ravvicinate: il 12 dicembre si terrà al Cristoforo Colombo il “kick off”, la riunione ufficiale di lancio del progetto insieme ai funzionari dell’Agenzia europea dei trasporti; entro quella data dovranno essere predisposti i documenti interni di regolamentazione tra i beneficiari. La fase progettuale del collegamento dovrà essere chiusa entro il 2015.