Giorno di Colombo e di Genova: mostre ed eventi per ricordare la scoperta dell'America - Genova 24
Altre news

Giorno di Colombo e di Genova: mostre ed eventi per ricordare la scoperta dell’America

casa colombo

Genova. Sabato 12 ottobre, in occasione del 521° anniversario della scoperta dell’America, Genova rinnoverà il ricordo del suo illustre figlio Cristoforo Colombo con una giornata particolarmente ricca di eventi, che avrà il suo culmine nella tradizionale cerimonia colombiana in programma a Palazzo Ducale a partire dalle 16.30. Dalle ore 10 alle ore 18, sarà possibile visitare a prezzo ridotto la casa di Cristoforo Colombo, in vico dritto Ponticello.

Dalle 10 alle 13, nell’Archivio di Stato, nel complesso monumentale di Sant’Ignazio, ingresso libero alla sala colombiana, aperta in via straordinaria, dove avrà luogo un’installazione interattiva multimediale sui documenti colombiani e sulla Genova del ‘400 e sarà esposto il documento Assereto, il famoso atto notarile del 25 agosto 1479 che prova la cittadinanza genovese di Cristoforo Colombo.

Dalle ore 10, sempre a ingresso libero, sarà aperta la sala Cristoforo Colombo del Mu,MA- Galata Museo del Mare, che conserva il celebre ritratto del Ridolfo del Ghirlandaio, tre documenti autografi del navigatore, il celebre libro dei Privilegi, le ricostruzioni delle caravelle Nina Pinta e Santa Maria e gli strumenti nautici dell’epoca.
Alle 15, deposizione di corone alla casa di Cristoforo Colombo, in vico dritto Ponticello. Da lì, alla stessa ora, partirà il corteo storico “I chiostri del tempo di Colombo. Omaggio alle Civiltà precolombiane all’insegna della solidarietà, della pace e della fratellanza fra i popoli”: animazione tra antichi chiostri, piazze e sagrati per incontrare la Genova del XV secolo vissuta dal giovane Colombo.

Alle 15.30, al Mu.MA – Galata Museo del Mare Murales, cerimonia con l’artista Munù Actis. A seguire, al Mu.MA- Museoteatro della Commenda di Prè, “Alla scoperta dell’altra America”: panoramica della situazione prima dell’arrivo di Colombo ; un assaggio musicale e gastronomico del meticciato, con il coordinamento ligure donne latino americane. Nello stesso Museoteatro, a ingresso libero fino a esaurimento dei posti, “I colori del viaggio con Cristoforo Colombo”: proiezioni video e perfomance, quale evento conclusivo collaterale della mostra “I colori del viaggio e le stelle stanno a guardare”.

A Palazzo Ducale, nel Salone del Maggior Consiglio, dove saranno esposti i volumi appartenenti al Fondo Colombiano della Biblioteca Berio, alle 16.30 avrà la cerimonia colombiana, presentata da Mauro Pirovano, alla presenza di rappresentanti del Parlamento e del Governo della Repubblica. In apertura, Pierangelo Campodonico, direttore del Mu.Ma, terrà una relazione dal titolo “Il volto di uno sconosciuto. I ritratti di Cristoforo Colombo”. Seguirà il conferimento dei premi colombiani. Il premio internazionale delle comunicazioni sarà attribuito allo studioso birmano-americano Moe Z. Win, matematico e ingegnere elettronico, docente al Massachusetts Institute of Technology, noto per il suo lavoro nelle comunicazioni “wireless”.
La medaglia colombiana andrà a Manuela Arata, direttore dell’ufficio Promozione e Sviluppo Collaborazioni presso ala Direzione Generale del C:N.R., presidente del Festival della Scienza di cui è ideatrice e organizzatrice.

Il premio internazionale dello sport sarà assegnato a Marco Galiazzo, da molti definito il miglior arciere italiano di tutti i tempi, vincitore della medaglia d’oro nella gara maschile individuale ai giochi olimpici di Atene del 2004 e della medaglia d’oro nella gara a squadre ai giochi olimpici di Londra del 2012. Una menzione speciale del premio internazionale dello sport andrà al Club Alpino Italiano.

La cerimonia proseguirà con l’offerta dell’olio ligure per la lampada votiva che arde presso le ceneri di Cristoforo Colombo nel faro di Santo Domingo. Quest’anno, l’olio sarà offerto dal comune di Cicagna, in val Fontanabuona. Infine, il sindaco Marco Doria invierà il tradizionale saluto ai liguri nel mondo.

Il giorno di Genova e di Colombo si concluderà con due concerti a ingresso libero. Alle 18.30, nell’oratorio di san Giovanni di Prè in Commenda, concerto “Colombo e il mare tra vecchio e nuovo mondo”: arie dalle opere liriche del brasiliano Carlos Gomes e di Alberto Franchetti. Alle 21, a Palazzo Ducale, nel Salone del Maggior Consiglio, concerto di musica spagnola, con partiture di Manuel de Falla, Luigi Boccherini, Isaac Albéniz e Pablo de Sarasate, e del galiziano Rogelio Groba. Le celebrazioni del 12 ottobre avranno un prologo il giorno precedente, venerdì 11 ottobre, con tre appuntamenti.
A Palazzo Tursi verrà aperta la mostra fotografica (che si potrà visitare fino al 31 ottobre, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18) “Nel segno del tau e della conchiglia, da Assisi a Santiago sulle orme di San Francesco”.
Alle 17.30, nel castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo, in collaborazione con il Ministero della Cultura dell’Ecuador ed il Consolato Generale dell’Ecuador a Genova, verrà inaugurata la mostra, che si potrà visitare a ingesso libero fino al 1° dicembre, “Sinchy Supay Churo – La spirale della forza spirituale”: 24 dipinti degli artisti kichwa Inty e Yauri Muenala Vega della provincia di Imbabura Ecuador andino.
Alle 18.30, al Mu.MA – Galata Museo del Mare, avrà luogo lo spettacolo, a ingresso libero “Il viaggio di Taraffo – sulla rotta di Cristoforo Colombo da Lisbona a Genova”. Si tratta di uno spettacolo musicale che congiunge due città, Genova e Lisbona, sulla scia di una delle numerose tournée musicali del chitarrista Pasquale Taraffo: una “crociera musicale” in compagnia degli artisti genovesi Claudia Pastorino, Fabrizio Giudice e Andrea Nicolini.