Genova in numeri, molte ombre e poche luci: in calo nascite e immigrazione, schizza la Cig. Resistono turismo e crociere - Genova 24

Genova in numeri, molte ombre e poche luci: in calo nascite e immigrazione, schizza la Cig. Resistono turismo e crociere

msc crociera - terminal traghetti - porto di genova

Genova. Gli abitanti del Comune di Genova sono cresciuti di 5.531 unità (pari a +0,9 per cento) in un anno. Lo rileva il secondo numero del Notiziario Statistico del Comune di Genova, che riporta i dati relativi al primo semestre dell’anno. Il 30 giugno 2013 i genovesi hanno toccato quota 589.267 unità, con un aumento rispetto ai 583.736 abitanti registrati al 30 giugno 2012.

L’andamento demografico dei primi sei mesi del 2013 è caratterizzato da una diminuzione, sia delle nascite (-10,8 per cento rispetto agli stessi mesi del 2012), sia dei decessi (- 4,0 per cento). Il saldo naturale si mantiene negativo con un lieve peggioramento e passa da -2.206 unità del primo semestre del 2012 a – 2.266 unità del primo semestre del 2013.

I dati relativi al movimento migratorio segnalano una diminuzione delle immigrazioni (–2,1 per cento) e un aumento delle emigrazioni (+10,8 per cento). Il saldomigratorio è negativo e passa da +1.272 unità del primo semestre del 2012 a -1.064 unità del primo semestre del 2013.

Nonostante i valori del saldo naturale e migratorio risultino negativi, la popolazione del Comune di Genova, al 30 giugno 2013, registra un aumento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Ciò per effetto delle operazioni di parifica anagrafica che hanno comportato un consistente recupero dei cittadini residenti non censiti.

I matrimoni celebrati nel Comune di Genova nei primi sei mesi dell’anno registrano ancora una diminuzione: sono stati 654, ovvero 35 in meno (pari a -5,1 per cento) rispetto ai 689 dei primi sei mesi del 2012. In diminuzione anche gli scioglimenti di matrimonio, che passano da 391 a 376: 15 in meno, pari a -3,8 per cento).

Per quanto riguarda gli andamenti dell’economia e del lavoro, il numero di ore autorizzate dalla cassa integrazione guadagni, nel periodo gennaio-giugno 2013, in provincia di Genova, ha registrato un incremento del 23,7 per cento con 1.003.956 ore in più.

In tale settore, considerando i vari tipi di intervento, si registra un aumento per gli interventi ordinari (+41,6 per cento) e straordinari (+136,1 per cento) e una diminuzione per gli interventi in deroga (-42,2 per cento). Si coglie l’occasione per ricordare che la fonte dei dati è rappresentata dagli archivi INPS che gestiscono la cassa integrazione. (le ore autorizzate ogni mese non sono di competenza del mese stesso, ma possono riferirsi sia a periodi precedenti il mese di autorizzazione (la maggior parte), sia a periodi successivi).

Nel porto di Genova, nel periodo gennaio-giugno 2013 si registra, rispetto allo stesso periodo del 2012, una diminuzione dell’imbarco per le merci in colli e a numero (-5,0 per cento) e per bunkers e provviste (-13,7 per cento) e un aumento per gli oli minerali e le rinfuse (+23,3 per cento).

I dati relativi agli sbarchi sono tutti negativi: -7,2 per dento per le merci in colli e a numero, -14,5 per cento per le altre rinfuse e -7,4 per cento per gli oli minerali alla rinfusa.
Valori negativi anche per il movimento dei contenitori (pieni più vuoti). In diminuzione, sia i dati relativi allo sbarco (-5,4 per cento), sia all’imbarco (-4,3 per cento). Complessivamente il movimento containers diminuisce del 4,9 per cento.

Per quanto riguarda il traffico passeggeri, si registra complessivamente un incremento del 6,6 per cento, dovuto unicamente all’incremento del traffico per le crociere (+41,8 per cento). I traghetti, invece, hanno registrato una flessione del 12,4 per cento. Da tener conto che per le crociere il dato comprende, oltre ai passeggeri imbarcati e sbarcati, anche quelli in transito.

Per quanto riguarda il turismo, negli esercizi alberghieri ed extralberghieri del Comune di Genova, nel corso del primo semestre del 2013 si registra, rispetto agli stessi mesi del 2012, un lieve aumento degli arrivi (+3.893, pari a +1,1 per cento) e una lieve diminuzione delle presenze (-2.834, pari a -0,4 per cento). La componente straniera risulta invece in aumento, sia sugli arrivi (+17.168, pari a +12,7 per cento), sia sulle presenze (+26.656, pari a +10,3 per cento).

Per quanto riguarda l’edilizia, nei primi sei mesi del 2013 i permessi di costruire rilasciati dal Comune, le DIA e le SCIA, sono stati 2.380 per l’edilizia residenziale e 314 per l’edilizia non residenziale, contro i 3.028 e i 666 dei primi sei mesi dell’anno precedente (648 opere in meno, pari a -21,4 per cento per l’edilizia residenziale e 352 opere in meno pari a -52,9 per cento per l’edilizia non residenziale).

Risultano in aumento i lavori ultimati (1.239 contro 775, pari a +59,9 per cento) e in fortissima diminuzione quelli iniziati (227 contro 2.775, pari a -91,8 per cento). Gli abusi edilizi registrano un incremento del 19,7 per cento.

In diminuzione, infine, il tasso di inflazione tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) relativo alla città di Genova (calcolato al lordo dei consumi di tabacco), che passa dal 4,1 per cento di giugno 2012 all’1,6 per cento di giugno 2013.

Più informazioni