Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa, allo Juventus Stadium con Matuzalem e Fetfatzidis. Calaiò: “Col Chievo 3 punti d’oro, avanti così”

Genova. Il Genoa è tornato a far punti. Con Gian Piero Gasperini in panchina i rossoblù sono riusciti a strappare 4 punti in due partite: uno a Catania, 3 in casa contro il Chievo Verona. Il tecnico piemontese è riuscito a restituire fiducia a un gruppo che sembrava essersi perduto ma chiede ancora tempo. Per vedere il Genoa, quello veramente targato Gasperson, servirà ancora un po’ di tempo.

Tempo che verrà utilizzato dall’allenatore per conoscere a fondo le qualità dei ragazzi a disposizione e che gli stessi, e qui parliamo di quelli acciaccati o ancora a caccia della miglior condizione, sfrutteranno per ritrovare la forma.

Chi spera di recuperare in tempo per la sfida di Torino contro la Juventus è il brasiliano Matuzalem. Gasperini incrocia le dita con lui, vuole affidargli le chiavi del centrocampo. Rischia seriamente il posto Francesco Lodi che contro il Chievo ha fornito una prestazione a dir poco opaca. Il numero 10 appare svogliato, non azzecca un passaggio. E con il nuovo mister bisogna trottare, il nome scritto sulla maglietta conta poco.

Gasperini ha evitato di sostituirlo nel corso della gara con i gialloblù ma è chiaro che a queste condizioni lo spazio in campo dell’ex Catania non può andare che riducendosi. Ma sarebbe una follia anche non tentare di recuperare uno con dei piedi come i suoi. È scattata insomma l’operazione recupero. Senza fretta, senza pressioni. In quella fascia di campo le alternative non mancano: da Kucka a Matuzalem passando per Cofie e Bertolacci.

Tra chi invece è convinto di essersi meritato una maglia da titolare c’è Ioannis Fetfatzidis. Da tempo i tifosi sperano di vederlo in campo dal primo minuto. Nei brevi scorci di partite nel quale è stato chiamato in causa non ha mai demeritato, anzi. Ha corsa, qualità e buona visione di gioco. Senza contare che Adrian Stoian e Ricardo Centurion domenica non hanno incantato. Che tocchi finalmente al greco?

Emanuele Calaiò, ospite dell’Istituto Tecnico Rosselli di Sestri Ponente per l’iniziativa “Non fare autogol”, dedica intanto un applauso ai suoi compagni di squadra capaci domenica scorsa di battere il Chievo Verona con la doppietta di Alberto Gilardino: “Siamo riusciti a conquistare tre punti fondamentali contro una diretta concorrete nella lotta per la salvezza. Abbiamo allungato la striscia positiva di risultati; siamo sulla buona strada, il gruppo sta bene”.