Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Emergenza casa, 180 alloggi ristrutturati dal Comune di Genova: recuperato oltre 1 milione di euro dai “morosi colpevoli”

Genova. Sono ancora 270 gli alloggi comunali sfitti, su un totale di 4200, ma durante l’anno sono stati fatti passi avanti. “Il numero di richieste alloggi è molto elevato e il problema, spesso, è che non abbiamo le risorse sufficienti per ristrutturarli. Tuttavia quest’anno l’impegno del Comune è stato enorme per affrontare il problema, tanto è vero che abbiamo ristrutturato 180 alloggi, 70 sono in corso di ristrutturazione e abbiamo partecipato ad un nuovo bando regionale per altri 40 alloggi – spiega l’assessore alle Politiche della Casa, Paola Dameri – L’impegno finanziario complessivo è stato di 6 milioni e 300 mila euro e se il bando dovesse avere esito positivo avremmo a disposizione un altro milione e 150 mila euro”.

L’obiettivo per il 2014 è di ridurre il numero degli alloggi sfitti a quella che è la percentuale strutturale del 3%. “Siamo già sulla buona strada, visto che siamo passati dal 10 al 6%”, dichiara Dameri.

Un altro problema è quello inerente alla morosità. “Anche su questo aspetto abbiamo ottenuto risultati superiori alle aspettative, prendendo in carico circa 700 pratiche giacenti da lungo tempo – prosegue l’assessore – In particolare abbiamo agito sulle morosità cosiddette ‘colpevoli’, cioè di chi non paga pur avendo le condizioni economiche per poterlo fare. Grazie a questo intervento abbiamo recuperato un milione e 150 mila su quasi 3 di morosità e speriamo di arrivare intorno al 50% entro fine anno”.

Se c’è chi non paga pur avendone la possibilità, dall’altra parte ci sono invece persone che non riescono a far fronte ai debiti per gravi problemi economici. “In questo caso parliamo dei ‘morosi incolpevoli’ e per sanare le loro morosità abbiamo utilizzato un fondo regionale, che però non è stato sufficiente – precisa Dameri – Ora vedremo se riusciremo a rifinanziarlo in collaborazione con la Regione Liguria”.

Importanti passi avanti quelli illustrati dall’assessore alle Politiche della Casa, anche se il lavoro sembra essere ancora lungo.