Due settimane in rosa, tra diritti negati e violenza. Il Festival dell'Eccellenza al Femminile torna a Genova - Genova 24

Due settimane in rosa, tra diritti negati e violenza. Il Festival dell’Eccellenza al Femminile torna a Genova

Riunione contro violenza donne

Genova. Le donne con le loro eccellenze, il mito dall’antica Grecia a oggi sono gli elementi principali dell’ottava edizione del Festival dell’Eccellenza al Femminile, che si svolgerà a Genova dall’11 al 25 novembre. Fil rouge sarà il diritto delle donne, ma anche la legalità, tanto che questa edizione è intitolata “Donne di Diritto”.

Per due settimane, Genova ospiterà oltre 80 eventi, tra dibattiti, conferenze, rappresentazioni teatrali, workshop oltre a cene con autori e corsi di cucina, la novità di quest’anno. La rassegna sarà inaugurata l’11 con Mariangela D’abbraccio, che porterà in scena “Elena”. “La nave dei diritti umani – commenta Consuelo Barilari, ideatrice e direttore artistico della rassegna – spiega le sue vele da Genova verso il Mediterraneo, e il grande tema è quello dei diritti negati”.

Questa edizione affronterà anche il tema della violenza sulle donne “lo faremo con incontri e dibattiti – prosegue Barilari – studiando e analizzando il maschile, il maschio e il ruolo di oggi nella società”.

La prima settimana del festival approfondirà la nascita del diritto, partendo dal mito nell’antica Grecia, e lo farà con una serie di spettacoli teatrali. Anteprima nazionale, giovedì 14,
a Palazzo Spinola, “Fedra, diritto all’Amore”, piece scritta per il Festival da Eva Cantarella. La rassegna teatrale proporrà dieci spettacoli, tra gli artisti ospiti oltre a Mariangela
D’Abbraccio, Ivana Monti, Galatea Ranzi, Serena Sinigaglia, Edoardo Siravo, Alessandra Falucchi, Paola Graziosi, quattro gli incontri d’autori, a cui parteciperanno Valerio Massimo Manfredi, Umberto Galimberti, Massimo Recalcati e Biljana Srbljanovic. Il Festival si chiuderà il 25 novembre con il Premio Ipazia.