Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crollo ponte a Carasco, il giallo del presunto disperso: la macchina non è stata trovata

Carasco. Nelle prossime ore si svolgerà un nuovo sopralluogo dei tecnici sul ponte di Carasco, crollato a causa della bomba d’acqua che nella notte tra domenica e lunedì si è abbattuta sulla valle, provocando gravi danni su tutto il territorio. Quella di Carasco avrebbe potuto essere una vera tragedia, invece, miracolosamente, le due persone che stavano percorrendo il ponte con le proprie auto si sono salvate.

La 36enne Sara De Martini è stata salvata grazie all’intervento di carabinieri e vigili del fuoco, ma era riuscita ad uscire da sola dall’abitacolo dell’auto finita nel fiume Sturla. L’altra persona sopravvissuta è un panettiere di 25 anni di Sestri levante, Gabriele Solari.

Il giovane stava percorrendo la strada provinciale 225 quando la strada è scomparsa. Lui ha appena fatto in tempo a gettarsi fuori dell’abitacolo e poi ha camminato nella notte per oltre 3 chilometri prima di trovare aiuto. Secondo le testimonianze di alcuni abitanti, però, sarebbero due le auto finite nel fiume, quindi una in più rispetto a quella di Sara De Martini. Nonostante le ricerche per via mare, terra e aria, però, la macchina non è ancora stata trovata. Sul fatto che ci possa essere stato un terzo coinvolto, quindi, non c’è nessuna certezza.

In attesa che il ponte venga reso di nuovo percorribile, le alternative di transito per la chiusura della provinciale 225 della Fontanabuona al km. 5,650 sono, per i soli mezzi leggeri e quelli ATP di minori dimensioni, una strada comunale di Carasco, attraversata da un ponte che ha una portata massima di dieci tonnellate, e la provinciale 32 del Bocco di Leivi, che si collega a Chiavari, ma con un tracciato molto tortuoso.

Per i mezzi pesanti diretti in Fontanabuona da Genova, dal Ponente o dal Nord Ovest, il percorso prevede invece l’uscita al casello autostradale di Genova Est, seguendo poi la Valbisagno sino alla statale 45 e da questa imboccando poi la provinciale 225 dal tunnel delle Ferriere. In alternativa l’uscita al casello A7 di Busalla, il transito sulla 226 della Valle Scrivia sino a Laccio, poi la statale 45 verso Bargagli e infine la provinciale 225 sempre dalle Ferriere.