Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Caccia, Bruzzone termina l’occupazione: “Ripristinato diritto”

Regione. Il capogruppo della Lega Nord Liguria-Padania, che da due giorni, a luci spente, occupava l’aula del Consiglio regionale ha messo fine alla sua protesta. Questa mattina infatti la giunta regionale ha approvato un apposito provvedimento contenente un nuovo calendario venatorio, che verrà approvato domattina in commissione, per consentire la ripresa della caccia.

Bruzzone aveva minacciato presidiare notte e giorno l’aula del Consiglio regionale (a luci spente per non pesare sul bilancio della Regione) “fino a quando non si potrà riprendere a cacciare in Liguria”.
Appresa la notizia dell’approvazione in giunta, il capogruppo della Lega Nord, ha abbandonato immediatamente l’aula dichiarando: “Esprimo tutta soddisfazione perché la Regione Liguria è riuscita a risolvere positivamente la vicenda, ma voglio anche manifestare il mio disgusto per il fatto che sia stato negato un diritto ai cittadini”.

La protesta di Bruzzone era nata pochi giorni fa quando il Consiglio di Stato aveva emesso la sentenza con la quale, su richiesta di alcune associazioni ambientaliste aveva sospeso il calendario venatorio della Liguria, approvato dal Consiglio regionale il 7 maggio scorso. Con questo atto il tribunale di Roma aveva accolto il ricorso presentato che non aveva ottenuto, invece, alcun esito presso il Tar.
“Questa vicenda dimostra quanta poca certezza del diritto esista in questo paese: i cacciatori avevano pagato regolarmente le tasse statali e regionali dovute, come vuole la legge, ma non potevano esercitare l’attività venatoria. Adesso siamo praticamente certi che il diritto verrà ripristinato”, ha concluso.