Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Berneschi indagato per il crack Nucera: mercoledì gli interrogatori

Savona. Bancarotta fraudolenta in concorso con Nucera. E’ quanto la Procura di Savona contesta all’ex numero uno di Banca Carige, Giovanni Berneschi, che ha ricevuto l’invito a comparire davanti ai magistrati per spiegare dei suoi rapporti con l’immobiliarista cerialese fuggito ad Abu Dhabi dopo il crac milionario.

Gli interrogatori sono stati fissati per mercoledì prossimo, 30 ottobre. Insieme a Berneschi, altri dirigenti di Carige dovranno rispondere dell’eposizione della banca nella galassia immobiliare e finanziaria di Nucera.

“Un’indagine che va avanti da molto tempo” ha sottolineato il procuratore Francantonio Granero, da prima che gli ispettori di Bankitalia, a settembre, evidenziassero come, nei rapporti tra istituto bancario e imprenditore ponentino, non fosse stata data adeguata attenzione “agli elevati rischi di mancato recupero e alle ricadute delle notizie di vicende giudiziarie”.

Gli episodi contestati a Berneschi sono quelli dell’ultimo periodo delle operazioni economiche di Nucera, quindi anche i finanziamenti per l’area T1 di Ceriale, finita poi sotto sequestro. Nel 2011 l’esposizione verso il gruppo Geo della capofila Carige era calcolata in 30 milioni di euro, altri 8-10 milioni di euro sarebbero stati invece concessi da Carisa.

Nel filone savonese dell’inchiesta (che procede in parallelo a quello genovese) la magistratura vuole accertare chi decise di finanziare Nucera, quando le circostanze, invece, avrebbero scoraggiato un’apertura di fiducia verso il gruppo dell’imprenditore cerialese.