Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Basket in carrozzina, Serie A2: Treviso si conferma “bestia nera” per il Genova

Sant’Olcese. Prima partita casalinga davanti ad una buona presenza di pubblico e prima sconfitta in campionato per il BIC Genova in questo inizio di stagione della Serie A2 2013/14. I genovesi erano reduci dal successo in trasferta per 54-58 sulla Cimberio HS.

A battere i padroni di casa con il risultato 61-66 (16-19, 16-16, 13-12, 16-19 i parziali) è stata la vera “bestia nera” dei liguri, ossia quel PDM Treviso che già l’anno scorso espugnò, con molta più facilità, il palazzetto di Manesseno.

Primo quarto chiuso 19-16 a favore degli ospiti che, con la velocità del capitano Stimac, riescono a trovare più volte il canestro facile contro una difesa biancorossa lenta ad adattarsi all’avversario, nonostante i continui richiami e accorgimenti tattici di coach Carbone, ed imprecisa in fase realizzativa.

I ragazzi del BIC Genova partono a razzo nel secondo quarto piazzando un mini parziale di 4 a 0, grazie alla vena realizzativa di Giaretti che segna due canestri dalla media distanza (12 punti a referto), portandosi per la prima volta in vantaggio sul 20 a 19 a 8’39” dall’intervallo. Da questo momento e, per tutto il quarto, la leadership passerà di mano tra le due squadre diverse volte con Treviso che trova un vantaggio massimo di 5 lunghezze grazie a due leggerrezze commesse dai padroni di casa, ingenui nel farsi fischiare un fallo tecnico (Carlos Montano nell’occasione, ed uno dei migliori dei suoi), ma capaci di ricucire lo strappo chiudendo poi in parità il parziale (16-16) 32-35 all’intervallo lungo.

Il terzo quarto è una vera partita a scacchi con coach Carbone che le prova per tutte per tenere il vantaggio. Ma alla fine gli ospiti chiudono il terzo pèarziale sopra di due.

L’ultimo quarto è tutto cuore e agonismo. Gli ospiti iniziano a perdere lucidità, la leadership continua ad alternarsi e le due squadre si trovano per l’ultima volta in parità sul 53-53 a 5’33”.

Il Genova sembra averne di più del PDM Treviso che vede il proprio leader commettere due falli in pochi minuti. Nel momento in cui i biancorossi sembrano esser in grado di mantenere le redini della gara trovandosi in vantaggio 59-58 a 2’41” dalla fine, con la concomitante uscita dal campo di Stimac per 5 falli e grazie al preziosissimo sostegno dal sempre caloroso e vivace pubblico, il buio.

Un inaspettato black-out blocca i ragazzi del Genova che negli ultimi 2’41” segnano solo due liberi, peccano di presunzione perdendo lucidità, e vengono travolti da un’agguerrita Treviso che, seppur in assenza del proprio leader ma guidati dal sostituto Costagrande e il lungo Demirovic, riesce a costruire un parziale di 8-2 con cui mette le mani sulla gara. Il finale non cambia: BIC Genova 61, PDM Treviso 66.

“Sono rammaricato per questa sconfitta quanto lo sono i miei ragazzi – afferma Carbone -. Purtroppo, nel momento in cui avremmo dovuto chiuderla, vista anche la concomitante uscita per cinque falli di Stimac, miglior uomo di Treviso, abbiamo perso lucidità e determinazione facendoci sfuggire diversi palloni importanti e la gara dalle mani. La squadra ha saputo soffrire e reggere sempre il confronto con un avversario ben attrezzato per la categoria come Treviso, dimostrando di esserci in tutte le zone del campo. Non posso non essere orgoglioso di quanto dimostrato oggi in campo dai miei uomini”.

Adesso il BIC Genova rispetterà un turno di riposo, come previsto dal calendario, avendo così modo di lavorare e prepararsi al meglio per la prossima gara che la squadra genovese affronterà in trasferta a Torino, sabato 9 novembre, contro i padroni di casa dell’HB Torino Uicep Asja.