Al Salone Nautico l'accordo tra Fiera di Genova e Ministero per progetto promozione risparmio energetico - Genova 24

Al Salone Nautico l’accordo tra Fiera di Genova e Ministero per progetto promozione risparmio energetico

salone nautico 2013

Genova. Giorni di code in sopraelevata, di difficoltà di trovare parcheggio in zona Fiera. Un rituale cui Genova è più che abituata. Un rituale al quale la città attribuisce ogni anno la sua possibilità di rinascita e al quale sta appesa proprio perché è ciò che la tiene a galla, le dà smalto, la mette al centro dei media. Non solo. E’ qui che si annunciano innovazioni, che si progetta le nuove idee per la città.

Oggi sarà ratificato l’accordo tra il Ministero dell’Ambiente e Fiera di Genova con la Regione Liguria ed il Comune di Genova per la realizzazione di un progetto pilota nella Fiera di Genova finalizzato alla sperimentazione in un quartiere fieristico di tecnologie e modelli gestionali per la promozione dell’efficienza energetica e la generazione di energia da fonti rinnovabili.

Il progetto pilota sarà realizzato in due aree della Fiera: Il padiglione B, Jean Nouvel, dove saranno applicate tecnologie innovative per ridurre i consumi energetici ed assicurare la fornitura di energia elettrica e termica con l’impiego delle fonti rinnovabili. Le marine antistanti il quartiere fieristico (Marina Fiera di Genova e Marina Fiera), per assicurare la fornitura di elettricità destinata alle imbarcazioni, con l’impiego di fonti rinnovabili installate nel quartiere fieristico e nell’area delle marine stesse.

Il progetto si inserisce nelle iniziative previste dal Piano nazionale per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e la “decarbonizzazione” dell’economia italiana, approvato dal CIPE l’8 marzo 2013.

Nella preparazione e realizzazione del progetto sarà considerato l’obiettivo prioritario di mettere a punto metodologie e sperimentare tecnologie applicabili a livello nazionale.

“Il rilancio del Salone nautico e della Fiera di Genova – dichiara il ministro Orlando – passa attraverso la riqualificazione sostenibile dei padiglioni e degli eventi. Il Ministero dell’Ambiente è impegnato a sostenere il programma di interventi della Fiera attraverso l’accordo che sarà sottoscritto con la regione Liguria ed il Salone di Genova”.

Nella preparazione e realizzazione del progetto sarà considerato l’obiettivo prioritario di mettere a punto metodologie e sperimentare tecnologie applicabili a livello nazionale.

“Il progetto pilota si inserisce nel contesto di iniziative già avviate dal Ministero dell’Ambiente per la riduzione dell’ ”impronta di carbonio” nei diversi settori dell’economia italiana. – ha concluso Corrado Clini Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente – Infatti il realizzatore dei principali allestimenti del salone nautico, Giplanet, partecipa al programma del Ministero per il calcolo e la riduzione del carbon foot print. Allo stesso programma partecipa anche Vsy con il superyacht Stella Maris, presente al Salone”.