Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A caccia del record “strappando” la carta d’identità: ciclista genovese cerca il primato tra gli over 75 foto

Più informazioni su

Genova. Gio Batta Persi, l’uomo dalle due vite. La prima finisce nel 1988, a 50 anni, la seconda sembra non avere limite. Nato nel 1938 a Genova, Persi si accosta alla bicicletta, nella categoria amatori bancari, ad un’età in cui i più pensano di smettere. Da lì in poi è tutto un record.

Dopo qualche anno si dedica esclusivamente alle gare a cronometro su strada ottenendo, nelle varie categorie, diversi successi, culminati con due titoli Europei e due titoli mondiali (2011 e 2012) in coppia con l’amico Fagnoli di Forlì (Coppie formate da Over 70). Negli ultimi quattro anni ha iniziato la scalata alle “miglior prestazioni su pista over 70” con risultati straordinari: nel 2009 arriva il record dell’ora over 70 con 38,369 (su pista), nel 2011 quello 10 Km. over 70 in 15’14”03 alla media di 39,374 (su pista), nel 2012 quello sui 100 Km. over 70 in 2h 46’54”09 media 35,949 (su pista).

Persi però non pensa a fermarsi e sabato 26 ottobre tenterà una nuova impresa: cancellare il record mondiale dell’ora over 75 su pista. L’appuntamento è alle 14.30 presso il Velodromo di Montichiari in provincia di Brescia. Tutti coloro che lo stanno seguendo negli allenamenti confermano che la media dei 38 chilometri all’ora non è un traguardo irraggiungibile. In realtà basterebbe molto meno. Il record mondiale da battere è di 35,728 km/h., ma la media dei 38 Km/h fu quella che Persi ottenne nel record over 70 e il suo altro grande obiettivo è mantenere quella prestazione.

L’ex Campione del Mondo Maurizio Fondriest sarà presente al tentativo, assieme alle più alte cariche della Federazione, ma non mancherà il tifo “nostrano”: la Società Operaia Cattolica di Borzoli ha infatti organizzato un pullman per seguire il tentativo. La candidatura di Gio Batta Persi è stata presentata dalla “U.S. PONTEDECIMO CICLISMO” di Genova alla Federazione Ciclistica Italiana Settore Amatoriale.