Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Vigili del Fuoco, funi sospese e il Bigo bloccato a 40 metri: esercitazione di sicurezza al Porto Antico foto

Genova. E’ uno dei simboli di Genova, ma, qualche volta, anche i simboli si possono guastare. Eventualità, questa, dalla quale non sfugge di certo il Bigo, l’ascensore panoramico del Porto Antico. Niente paura, però: quella andata in scena questa mattina è stata solamente un’esercitazione di sicurezza.

Il Bigo, allora, è stato bloccato a 40 metri di altezza, simulando un’improvvisa avaria. Organizzata da Porto Antico di Genova SpA e Costa Edutainment SpA, l’esercitazione ha visto coinvolti una decina di Vigili del Fuoco, i tecnici Kone, il personale di assistenza visitatori addetto al Bigo della Cooperativa Solidarietà e Lavoro e alcuni volontari della Protezione Civile e delle Pubbliche Assistenze.

Sono state simulate le condizioni di emergenza più sfavorevoli che possano verificarsi, con la necessità di evacuare i visitatori utilizzando un’autoscala e funi calate direttamente dalla base dell’ascensore. Situazione che prevede da parte dei soccorritori la necessità di arrampicarsi sulle funi per arrivare fino alla cabina dell’ascensore e, una volta entrati nello stesso, far calare i visitatori uno ad uno attraverso le funi e tutte le dotazioni di sicurezza.

Il test viene svolto ogni due anni e utilizzato per certificare le procedure di emergenza e formare il personale addetto all’assistenza visitatori ad affrontare questo tipo di situazioni. Che però il Bigo rimanga bloccato a tale altezza è un’eventualità piuttosto rara: i sistemi di sicurezza dell’ascensore e le procedure adottate permettono infatti il riporto a terra della cabina in moltissimi casi, tra cui quello di black-out.