Sport

Tennis, Challenger di Genova: dieci italiani nel tabellone principale

tennis

Genova. Domani, lunedì 2 settembre, sui campi di Valletta Cambiaso si inizierà a giocare alle ore 10.

Sul campo numero 1 Riccardo Sinicropi affronterà Moritz Baumann, mentre sul campo numero 2 Mohammad Ghareeb giocherà contro Janez Semrajc.

A seguire, sul campo numero 1, Carlos Gomez Herrera incontrerà chi, questa sera, la spunterà tra Daniele Giorgini e Walter Trusendi. Sulla terra rossa del numero 2, sfida tra Sandro Ehrat ed Enrico Burzi.

I quattro vincenti raggiungeranno gli altri 28 atleti già inseriti nel tabellone principale. Nel main draw la nazione più rappresentata è l’Italia, con 10 tennisti. Seguono Spagna (4), Argentina (3), Russia (2), Repubblica Ceca (2), Germania (1), Austria (1), Francia (1), Croazia (1), Slovacchia (1), Israele (1), Serbia (1).

Ecco il tabellone principale (tra parentesi nazionalità e ranking Atp):
Albert Montanes (Esp, 44) – Gianluca Naso (Ita, 267)
Andrea Arnaboldi (Ita, 241) – Jan Mertl (Cze, 177)
Dustin Brown (Ger, 171) – Marco Trungelliti (Arg, 243)
Gianluca Mager (Ita, 1252) – Teymuraz Gabashvili (Rus, 122)
Paolo Lorenzi (Ita, 80) – Renzo Olivo (Arg, 197)
Diego Sebastian Schwartzman (Arg, 133) – Guillermo Olaso (Esp, 246)
qualificato – Dominic Thiem (Aut, 216)
Maxime Teixeira (Fra, 210) – Jan Hajek (Cze, 103)
Filippo Volandri (Ita, 101) – qualificato
Francesco Picco (Ita, 635) – Marco Cecchinato (Ita, 186)
Potito Starace (Ita, 202) – Kristijan Mesaros (Cro, 284)
Alessandro Giannessi (Ita, 249) – Pablo Carreño Busta (Esp, 76)
Andrey Kuznetsov (Rus, 83) – Andrej Martin (Svk, 137)
qualificato – Amir Weintraub (Isr, 188)
Alessio Di Mauro (Ita, 262) – Boris Pashanski (Srb, 219)
qualificato – Albert Ramos (Esp, 75)

Le teste di serie sono, nell’ordine, Albert Montanes, Albert Ramos, Pablo Carreño Busta, Paolo Lorenzi, Andrey Kuznetsov, Filippo Volandri (nella foto), Jan Hajek, Teymuraz Gabashvili.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.