Sagra del Fuoco: un po’ di pioggia, ma lo spettacolo non si ferma. A Recco è boom di visitatori

Recco. Non è certo una giornata dal clima ideale, quella di oggi, ma ci vuole ben altro per fermare la tradizione (e lo spettacolo). Recco sta vivendo in queste ore le battute finali della Sagra del Fuoco 2013 tra un po’ di pioggia e un boom (atteso) di visitatori.

Questa mattina l’arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, ha celebrato alle 4:30 la messa al Santuario del Suffragio. Il porporato ha invitato credenti e non credenti a far visita al santuario e a “pregare la Madonna, che ha sempre attenzione per tutti”.

Causa maltempo alcuni quartieri hanno “bruciato” i mortaretti che questa sera avrebbero dovuto salutare il passaggio della Processione, mentre le “osterie” sono state prese d’assalto, già verso le 12, dai visitatori.

Il programma prevede, alle 20.30 la Solenne Processione per le vie cittadine con l’Arca di N. S. del Suffragio, accompagnata dalle Confraternite con i loro Crocifissi, dalla Filarmonica Gioacchino Rossini e salutata al suo passaggio dalle sparate di “mascoli” dei Quartieri Collodari, Verzemma, Liceto, Bastia, Spiaggia e Ponte. In forse per alcune ore, la processione dovrebbe tenersi regolarmente, così come gli ultimi spettacoli pirotecnici.