Robert Doisneau e la Ville lumière: viaggio in anteprima tra gli scatti del maestro francese in mostra a Palazzo Ducale

Genova. Ultimi allestimenti nel sotto porticato di Palazzo Ducale dove domenica inaugura una delle mostre più attese dell’anno dagli appassionati di fotografia ma non solo, quella dedicata a Robert Doisneau.

Realizzata dall’Atelier Doisneau, fondato dalle figlie Annette e Francine, insieme a Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Fratelli Alinari e Comune di Genova, la mostra “Paris en liberté” raccoglie 200 fotografie originali scattate nella Ville Lumiere tra il 1934 e il 1991 e raggruppate tematicamente ripercorrendo i soggetti a lui più cari.

Una grande rassegna antologica che conduce il visitatore in una emozionante passeggiata nei giardini di parigi, lungo la senna, per le strade del centro e della periferia e poi nei bistrot, negli atelier di moda e nelle gallerie d’arte della capitale francese.

Il soggetto prediletto delle fotografie, in bianco e nero, di colui che oggi è considerato il più illustre rappresentante della fotografia “umanista”, in Francia, sono infatti i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo.

“Oggi posso tranquillamente confessare – diceva lo stesso artista nel 1984 – che quella di lasciare alle future generazioni una testimonianza della Parigi dell’epoca in cui ho tentato di vivere è stata l’ultima delle mie preoccupazioni. A mettermi in moto è sempre stata la luce del mattino, ma il ragionamento. D’altronde, che c’era di ragionevole nell’essere innamorato di quello che vedevo?”

Tra le opere esposte c’è quella che forse è la più conosciuta del maestro francese, il Bacio all’Hotel de Ville. Scattata nel 1950 ha una storia molto particolare. L’identità dei due giovani immortalati dalla foto è rimasta infatti un mistero per oltre quattro decenni, finché una coppia non si presentata alla televisione francese denunciando Doisneau per averli fotografati senza consenso.

La circostanza costrinse il fotografo ad ammettere che i due personaggi erano due attori e modelli, La ragazza, per il suo lavoro di posa ricevette, come parte del compenso, una stampa originale di Doisneau con tanto di autografo, che fu venduta nel 2005 per ben 155 mila euro.

I biglietti per la mostra costano 11 euro (9 per under 25 e over 65). Sconti ulteriori per scuole e under 18. La mostra sarà aperta al pubblico da domenica 29 settembre 2013 fino al 26 gennaio 2014. E’ visitabile tutti i giorni escluso il lunedì.