Rex, mostra prorogata al 12 ottobre: tre eventi per stuzzicare la curiosità del visitatore - Genova 24

Rex, mostra prorogata al 12 ottobre: tre eventi per stuzzicare la curiosità del visitatore

rex

Genova. Centomila visitatori in cinque mesi, “Rex – il mito e la memoria” non chiude i battenti: la mostra dedicata al transatlantico ospite a Palazzo San Giorgio è stata infatti prorogata al 16 ottobre, con apertura straordinaria domenica 6 ottobre in occasione del Salone Nautico.

E da venerdì 27 settembre, alle 18 prenderà il via presso la Sala del Capitano a Palazzo San Giorgio, il ciclo di eventi organizzati da CISEI (Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana), con il patrocinio dell’Autorità Portuale e della Camera di Commercio di Genova.
 
“Gli appuntamenti organizzati in collaborazione con il CISEI – ha commentato il presidente dell’Autorità Portuale di Genova Luigi Merlo – sono un’ottima conclusione per una mostra che ha rappresentato un grande evento per la città e non solo. A quindici giorni dalla conclusione, siamo vicini ai centomila visitatori e speriamo che anche l’apertura straordinaria per il Nautico sia un successo.”
 
La mostra sarà aperta fino al 12 ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 18. Domenica 6 ottobre apertura straordinaria per il Salone Nautico sempre dalle ore 10 alle 18.
 
”Tutti e tre gli appuntamenti – ha spiegato Fabio Capocaccia, presidente CISEI – rappresentano una assoluta novità dal punto di vista dell’approfondimento e della ricostruzione storica relativi al periodo in cui nacque e si sviluppò la leggenda del Rex. Gli argomenti dei tre incontri vogliono stuzzicare la curiosità del visitatore su vicende e particolari ancora poco sconosciuti, cercando di attirare un numero ancor maggiore di visitatori alla bellissima mostra organizzata dall’Autorità Portuale di Genova”.   
      

Il primo evento sarà dedicato al racconto delle esperienze sul mare negli anni Venti e Trenta a bordo dei più importanti transatlantici italiani, a partire dalla vicenda di Antonio Paris Lena, comandante del Conte di Savoia, gemello del Rex nel tentativo di conquistare il Nastro azzurro sulla rotta tra Genova e New York.
Il tema – Memorie di una famiglia di comandanti – sarà illustrato da Antonio Gibelli (Università di Genova) e Paris Lena Merica (Comitato organizzatore mostra Rex), discendente del comandante del Conte di Savoia.


Il secondo evento, che si terrà venerdi 4 ottobre 2013 sempre alle 18, sarà dedicato alla famosa Trasvolata Atlantica Italia – Stati Uniti. 
Come noto la trasvolata incrociò il Rex durante il viaggio per la conquista del Nastro Azzurro, alla luce del libro fotografico recentemente pubblicato dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica di Roma dal titolo “Chi vola vale” che verrà presentato nel corso della serata.. Parteciperanno all’incontro gli autori del libro Fabio Caffarena e Carlo Stiaccini (CISEI), un rappresentante dell’Ufficio Storico dell’Aeronautica Militare, Matteo Fochessati (Centro Studi Wolsoniana) Durante l’incontro lo Stato Maggiore dell’Aeronautica  illustrerà con filmati inediti dell’epoca l’avvenimento, e dimostrerà una ricostruzione virtuale, tridimensionale, della Trasvolata Atlantica realizzata con tecniche multimediali. L’installazione, che per la prima volta viene dimostrata fuori da Roma, sarà visitabile presso Palazzo san Giorgio anche nei due giorni successivi (5 e 6 ottobre) come appendice della Mostra REX.


Il terzo ed ultimo incontro, venerdì 11 ottobre, sarà l’occasione per presentare in prima assoluta i due inni del REX (inno REX e inno REX-Nastro Azzurro) e l’inno del Conte di Savoia.
Le partiture, rese disponibili da Flavio Testi, figlio del direttore di macchina (e primo violino dell’orchestra di bordo !!) del REX, sono state trascritte per piccola orchestra d’archi. Esse verranno eseguite dal vivo da una voce solista– Andrea Lanzola, accompagnata  da giovani musicisti del Conservatorio Nicolò Paganini di Genova (Alessandra Dellabarba e Damiano Baroni – violini,  Ilaria Bruzzone – viola e  Simone Boi – violoncello). E saranno affiancate dalla proiezione di foto storiche del Salone delle feste del REX e dell’orchestra di bordo.
 
Sarà a tutti gli effetti una prima esecuzione mondiale di partiture storiche dimenticate, ed una opportuna conclusione della Mostra.

Più informazioni