Quantcast

Meno due all’Expo 2015 di Milano: il conto alla rovescia del Levante ligure parte da Zoagli

piazza Zoagli

Zoagli. Meno due a Expo 2015 Milano, anche per i sindaci dei comuni della Liguria è cominciato il conto alla rovescia, dopo che la Regione, prima in Italia, ai primi di agosto ha firmato l’adesione ufficiale al Padiglione Italia. E della grande esposizione universale milanese, dal primo maggio al 31 ottobre 2015, di come catturare almeno una parte dei sei milioni di turisti stranieri attesi a Milano fra i venti milioni di visitatori previsti, si è parlato nel pomeriggio al Grand Hotel Bristol di Zoagli, nel primo forum promosso dall’assessore regionale al Turismo Angelo Berlangieri e organizzato dal consigliere regionale Franco Rocca.

Soprattutto la Liguria dovrà riuscire a far percepire che siamo una delle eccellenze dell’Italia e del mondo, perché solo così, dal 2015 in avanti potremmo spendere relazioni, contatti e credibilità con i 130 paesi presenti all’Expo dedicato al tema dell’alimentazione”, ha detto Berlangieri.

La Liguria all’Expo sarà presente alla mostra delle regioni, con una proprio spazio istituzionale, nei cluster dedicati a olio e vino, e per una intera settimana sarà protagonista dell’area espositiva e dell’intero Padiglione Italia. “La Settimana della Liguria aprirà, ha confermato Berlangieri, con la magia di un grande spettacolo pirotecnico nell’arena all’aperto che ospita 24 mila persone. “Un biglietto da visita particolare per ricordare una terra con secolari tradizioni laiche e religiose come la Liguria”.

Affollata la presenza dei sindaci, associazioni albergatori e di tanti altre istituzioni, fra cui il Parco di Portofino con il presidente Francesco Olivari, nel centro congressi del Bristol. Fra le curiosità proposte un percorso di turismo religioso subacqueo al Cristo degli Abissi, la casa-museo con i simboli dell’emigrazione dedicata alla mamma di Frank Sinatra Natalina Garaventa, a Rossi di Lumarzo, citata dal sindaco Guido Guelfo e quella del banchiere Peter Amedeo Giannini, fondatore della Bank of America, dal sindaco di Favale di Malvaro. Punto dolente dell’offerta generale le infrastrutture, a cominciare dall’aeroporto e ferrovie. Chiesti più voli, soprattutto dai paesi presenti a Expo 2015.

“Per far sì che la Liguria non diventi la meta di una gita occasionale da Milano, ma la location dalla quale partire per Milano”, ha affermato il sindaco di Portofino Giorgio D’Alia.
Fra i punti di eccellenza sottolineati da molti intervenuti, fra cui il sindaco di Rapallo Giorgio Costa, l’enogastronomia e l’agroalimentare. Temi molto cari al presidente di Coldiretti Germano Gadina e di Dario Capurro, sindaco di Recco, per via della focaccia con il formaggio Igp che attraverso il Consorzio ha chiesto di essere presente all’esposizione di Milano. Tutti con una parola d’ordine ben precisa, come hanno ricordato il sindaco di Chiavari Roberto Levaggi (Anci) e quello di Zoagli Rita Nichel: niente campanile, ma aggregazioni di comuni e di aree dei singoli territori.