Quantcast

L’Inter vuole Vrsaljko, Zè Eduardo in Giappone? Genoa-Livorno con il dubbio Portanova

Ze eduardo

Genova. Aldo Spinelli, Stefano Capozucca, Davide Nicola. Farà strano ritrovarseli tutti contro in un sol colpo. Ma Genoa-Livorno è anche questo, la sfida tra il vecchio e il nuovo. Rispettivamente ex presidente, direttore sportivo e giocatore, chi più chi meno hanno tutti a cuore i colori rossoblù. Sabato sera però non penseranno al passato ma solo alle sorti della formazione toscana che si presenta a Marassi con l’intenzione di portar via punti.

Ambizioni che si scontreranno con la voglia genoana di bissare il successo strappato nel derby. Un successo straripante, ha commentato il presidente Preziosi. Guai però a rilassarsi, per un campionato all’altezza delle aspettative serve continuità di risultati. E le partite casalinghe contro le neopromosse è vietato sbagliarle.

A tenere in apprensione mister Fabio Liverani sono le condizioni di Daniele Portanova. Il capitano, un muro nei 90’ della stracittadina, è alle prese con un affaticamento muscolare che ne mette in dubbio la presenza in campo. Solo nelle prossime ore, dopo nuovi accertamenti, la situazione si farà più chiara. In forse anche Juraj Kucka.

Tornando al derby, l’assist di Sime Vrsaljko non è passato inosservato. L’Inter sembra aver già messo gli occhi sull’esterno rossoblù. Mariolino Corso, osservatore nerazzurro, ha il compito di seguirne le gesta per tutta la stagione: il rapporto consegnato in società dopo la partita di domenica scorsa era ovviamente più che positivo. Il Genoa lo ha pagato 4 milioni di euro alla Dinamo Zagabria e non ha alcuna intenzione di privarsene, sicuramente non lo farà a gennaio. La squadra meneghina tenterà l’affondo la prossima estate ma certo il costo del cartellino sembra destinato a crescere di domenica in domenica.

Per un Versaljko che Enrico Preziosi non ha alcuna intenzione di cedere, ecco un giocatore di cui si libererebbe volentieri. Parliamo di Zè Eduardo, il brasiliano è ancora a libro paga. Fuori rosa ma a libro paga. Per lui sono arrivate in questi giorni alcune offerte dal Giappone. In società sperano tutti che il giocatore le prenda in considerazione senza però dimenticare che lo stesso, in passato, era stato capace di rifiutare un provino al Milan. Si considera un fuoriclasse, peccato che in Italia nessuno se ne sia accorto.