Quantcast

I tifosi abbracciano la squadra. Liverani: “Il successo nel derby è vostro. Il Genoa è forte”

Pegli. Fabio Liverani si gode il successo nel derby, con i suoi collaboratori, con i suoi giocatori. I gol di Luca Antonini, Emanuele Calaiò e Francesco Lodi sono ancora nei suoi e in quelli dei tanti tifosi che questo pomeriggio hanno occupato gli spalti del Signorini per ringraziare la squadra.

Erano in tanti, i supporter ci sarebbero stati (come promesso) anche in caso di sconfitta. Figurarsi l’entusiasmo con la Sampdoria annientata per 3-0 in una stracittadina che resterà nella storia. Prima di godersi cori e applausi, mister Liverani si è concesso alle domande dei giornalisti.

“Sul gol di Lodi, quello del 3-0, ho fatto uno scatto che non mi riusciva nemmeno quando ero io a giocare. Di stracittadine ne ho disputate tante e so benissimo quanto contino. Sono due partite che esulano dalle altre del campionato. Vincere in un modo così netto regala senz’altro una bella iniezione di fiducia”.

E ancora: “Credo che adesso intorno alla squadra si possa respirare meno pessimismo. Dal canto nostro dovremo essere bravi nel non dimenticare le difficoltà incontrate prima del derby e quelle che ci aspettano in futuro. Sabato per esempio ci scontreremo contro un Livorno in forma e in salute; non roviniamo quanto fatto nella stracittadina scendendo in campo con l’atteggiamento sbagliato”.

Liverani dedica un tributo ai propri tifosi: “La Nord mi ha sempre impressionato, ti carica come nessun altro riesce a fare. La squadra ha ripagato i tifosi con una vittoria in un derby fuori casa che rimarrà indelebile nella loro memoria”. Menzione speciale poi per gli attaccanti, Calaiò e Gilardino: “Abbiamo sofferto poco perché le due punte hanno svolto un lavoro eccezionale, erano i primi a difendere. Gilardino è in una condizione mentale straordinaria. È rimasto al Genoa ed è contento di averlo fatto. In più ha delle motivazioni mondiali che lo porteranno a dare il massimo ogni domenica. Ma devo dire che in generale, l’atteggiamento di tutti domenica è stato stupefacente; resta da capire se tale agonismo sia stato frutto dell’adrenalina da derby o della voglia di fare bene in assoluto”.

A tal riguardo Liverani dimostra una certa positività: “Avevamo bisogno di trovare fiducia nei nostri mezzi e ci siamo riusciti. Per far bene è fondamentale credere nelle proprie qualità. Esclusioni eccellenti? Ho un gruppo di ragazzi intelligenti, con loro ho un rapporto schietto; non mi spaventa avere una squadra forte. Come allenatore sono contento di avere un simile gruppo a disposizione. Il Genoa è costruito per fare un campionato importante e tutti possono dare un contributo prezioso. Certo, devono farsi trovare pronti nel momento del dunque. I subentrati nel derby hanno dimostrato di valere i giocatori di cui hanno preso il posto. Chi gioca, gioca, mi sento sempre al sicuro”.

Sugli obiettivi stagionali: “Ci sono 7 squadre che fanno un campionato a parte, noi siamo in quello delle altre 13 e cercheremo di fare il meglio possibile. Abbiamo giocatori di qualità e quantità, abbiamo tutto quello che serve per far bene. Dovremo però trovare continuità di risultati e scendere in campo con lo spirito e la dedizione apprezzati nei 90’ di derby”.

In serata altro bagno di folla per Calaiò, Lodi e Antonini che faranno tappa al Museo del Genoa per un altro abbraccio con i tifosi.