I sapori della Liguria nelle fattorie didattiche: week end fra ulivi, vigneti e stalle per imparare a stare meglio - Genova 24

I sapori della Liguria nelle fattorie didattiche: week end fra ulivi, vigneti e stalle per imparare a stare meglio

fattorie didattiche, barbagallo

Liguria. Anche domani, domenica 29 settembre oltre una sessantina di aziende agricole e agriturismi, delle 90 presenti sul territorio con l’iniziativa di Regione Liguria e Unioncamere Liguria “Fattorie Didattiche Aperte”, spalancheranno le porte a tutti. La manifestazione è stata presentata in mattinata dall’assessore all’Agricoltura della Regione Liguria Giovanni Barbagallo nell’azienda agrituristica “Cian de Bauze” di Imperia che ha sottolineato come anche questo appuntamento contribuisca a promuovere l’olivicoltuira e la viticoltura che faranno parte dei cluster del Padiglione Italia a Milano Expo 2015.

Le “Fattorie didattiche” sono le aziende agricole e gli agriturismi della Liguria che ospitano attività didattiche nel campo dell’educazione alimentare, dell’agricoltura e dell’ambiente per offrire ai bambini e ai ragazzi delle scuole elementari e medie l’opportunità di vedere e vivere da vicino la natura e il mondo agricolo.

Con questa due- giorni di sabato e domenica, tutti, oltre agli insegnanti e agli studenti, sono invitati a passare una domenica a contatto diretto con la natura e il mondo rurale, per assaporare e conoscere il territorio ligure e i prodotti tipici di qualità.

Nell’anno scolastico 2012-2013 le fattorie didattiche sono state visitate da oltre 15 mila persone, fra studenti e insegnanti, il doppio della media degli ultimi quattro anni.

Una sorta di “scuola in fattoria” per consolidare il legame tra i ragazzi e il territorio, avvicinare i ragazzi al mondo rurale e alle produzioni tipiche, promuovere il turismo scolastico. Gli incontri e le lezioni promossi dalla Regione Liguria in questi anni hanno insegnato agli agricoltori a tenere lezioni sulla propria organizzazione produttiva e agli insegnanti a fare didattica fra la natura.

Le aziende hanno imparato ad accogliere i bambini e i ragazzi accompagnati in fattoria per imparare a conoscere gli animali, ad apprendere tutto sulla coltivazione degli ortaggi , scoprire i sapori dei prodotti genuini,vedere un pulcino appena nato , assistere alla mungitura di una mucca.

Con “Fattorie Didattiche Aperte” , tutti sono invitati a passare la domenica a contatto diretto con la natura e il mondo rurale, per assaporare e conoscere il territorio ligure e i prodotti tipici di qualità. Sabato e domenica, 62 aziende della Liguria, che hanno aderito alla manifestazione, offriranno visite, laboratori, attività didattiche.La manifestazione si svolge in collaborazione con Cia-Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricoltura Liguria , Coldiretti Liguria e il Ministero dell’Istruzione, Università a Ricerca.

Ventidue sono in Provincia di Genova, quindici nel Savonese, tredici in provincia della Spezia, dodici nell’Imperiese. Ogni azienda, a seconda delle proprie caratteristiche, proporrà gratuitamente alle famiglie e a tutti gli ospiti di condividere attività didattiche e laboratori che si terranno dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 14 alle ore 16 di entrambe le giornate.

Per partecipare a queste iniziative è obbligatoria la prenotazione telefonando direttamente all’azienda prescelta.

Quest’anno i visitatori potranno partecipare al concorso fotografico “Scattiamo in fattoria”. Il concorso è stato promosso dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Liguria, tutti potranno scattare fotografie durante le visite e i laboratori nelle aziende agricole che hanno aderito a “Fattorie Didattiche Aperte”. Il concorso è gratuito e aperto a tutti, le migliori fotografie saranno premiate.

L’elenco delle aziende e regolamento del concorso fotografico sono disponibili sul sito www.agriligurianet.it, sezione fattorie didattiche.