Quantcast

Genoa, Liverani già in bilico? Non per Delli Carri. Preziosi: “Soddisfatto, la squadra è buona”

alberto malesani - enrico preziosi - genoa

Genova. Una partita di Coppa Italia, due di serie A. Zero vittorie, zero punti. Il ruolino di marcia di Fabio Liverani non è certo esaltante, ma siamo solo agli inizi e da qui a metterlo in discussione ce ne passa. Questo il pensiero del Genoa, questo il pensiero del presidente Enrico Preziosi e del ds Delli Carri.

Proprio quest’ultimo è intervenuto ieri per smentire categoricamente l’indiscrezione di un Liverani traballante, pronto per essere sostituito dall’ex tecnico dell’Inter Andrea Stramaccioni. Tutte fantasie, insomma.

Ieri è stata poi giornata di dichiarazioni anche per Enrico Preziosi. Dapprima il presidente del Genoa si è soffermato sul giro di attaccanti che doveva comprendere il trasferimento di Gilardino alla Juve, Borriello al Genoa e Quagliarella alla Roma: “Evidentemente – ha detto – non c’era la volontà di tutti e non se n’è fatto niente”. Il bilancio di mercato è comunque positivo: “Siamo soddisfatti crediamo di aver costruito una buona squadra”.

Esagerate infine, secondo il presidente le critiche a Perin, autore di una prova non esaltante contro la Fiorentina: “Ho letto critiche esagerate, purtroppo in Italia si vorrebbe puntare sui ragazzi e poi si critica un ragazzo al primo errore”.