Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fondazioni liriche in deficit, emendamento salvagente. Tovo: “Boccata d’ossigeno per Carlo Felice”

Roma. Passa al Senato lo stanziamento straordinario di 75 milioni per le Fondazioni liriche in deficit. La novità è prevista dal Dl Bray, approvato oggi, in prima lettura, in Aula al Senato, e prevede uno stanziamento straordinario di fondi da destinare al risanamento dei bilanci delle Fondazioni, tra cui la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova.

Soddisfazione viene espressa dalla responsabile Cultura Udc, Gabriella Carlucci e da Massimiliano Tovo segretario UDC di Genova che si è fatti promotori di un emendamento presentato a Palazzo Madama dal senatore Antonio De Poli. L’emendamento Udc prevede, infatti, “l’individuazione di soluzioni idonee per riportare in attivo la Fondazione, entro i tre esercizi finanziari successivi”.

“La novità – precisa Gabriella Carlucci – riguarderà le Fondazioni liriche in Italia che si trovano in una situazione di deficit. E’ un traguardo importante che è il risultato di una lunga battaglia condotta a favore delle istituzioni culturali del nostro Paese di cui la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova è uno straordinario esempio.

“Siamo soddisfatti -afferma Tovo – che sia stato accolto l’emendamento Udc che è un segnale di attenzione nei confronti di un Teatro che attualmente impiega 270 lavoratori e il cui debito, purtroppo, è aumentato negli ultimi anni di quasi 5 milioni. E’ una straordinaria boccata di ossigeno perchè si interviene con misure finanziarie a sostegno di un settore che, negli anni, era stato abbandonato”.