Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Festa Democratica, Basso e Lunardon soddisfatti: “Sfida riuscita, qui il vero spirito del partito”

Genova. Il primo sommario bilancio lo traccia Lorenzo Basso: “una sfida colta con generosità dai volontari e militanti, una sfida riuscita. Se un ringraziamento va fatto è per loro, il popolo del Partito Democratico. Sappiamo di essere un partito complesso – ha detto il segretario regionale – ma siamo l’unico e l’ultimo realmente organizzato sul territorio, una comunità di persone che ci mette anima e cuore. Lo spirito vero del partito si può respirare tra gli stand: sempre uniti, a lavorare insieme”. Questo spirito, di confronto ma sempre di unità, “sia lo spirito del pd – è il messaggio di Basso a messaggio a segretario e candidati – per dare lunga prospettiva di governo al paese, e trovare la vittoria”.

Nonostante lo sconcerto nei “peggiori 60 giorni del Pd”, quelli dell’elezione del Capo dello Stato, più di mille volontari si sono presentati a Genova. “Sono il vero cuore, l’anima della festa e del Pd, che ha sangue nelle vene e sta combattendo grande battaglia politica”, ha sottolineato Lunardon.

Le buone notizie secondo il segretario genovese sono due: primo la buona politica non è morta, secondo il partito “non è in ginocchio, ha la testa alta e guarda al futuro. Sono convinto saprà essere all’altezza. Il congresso sarà di rilancio per far uscire un partito che ha avuto il coraggio di rinnovare la sua classe dirigente, pronto per le responsabilità nazionali”.

“Questa è la città di Guido Rossa, – ha detto poi Lunardon – un eroe civile che quando ha dovuto scegliere tra vita e democrazia ha scelto quest’ultima. Anche noi dobbiamo dare un segnale: il rispetto della legge è un valore sacro. Così sarà ancora più chiaro perché abbiamo dato vita alle larghe intese, abbiamo sempre scelto l’interesse dell’Italia”, ha concluso fra gli applausi.