Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Eder e Gabbiadini e la Sampdoria pareggia a Bologna: 2 a 2 il finale

Bologna. Dopo l’inizio da brividi a Marassi, ecco un’altra sfida affascinante, Bologna-Sampdoria, rivali soprattutto sugli spalti. C’è da mettere fieno in cascina contro un’avversaria che ha le stesse ambizioni dei blucerchiati: prima salvezza e poi, se possibile, togliersi qualche soddisfazione.
Delio Rossi riparte dal confermato Da Costa in porta e dalla difesa composta da Gastaldello, Palombo e Costa; a centrocampo fa il suo esordio Renan che affianca Krsticic e Obiang, largo a destra il solito De Silvestri a sinistra l’esorido di Regine. Eder e Gabbiadini (contro la sua ex squadra) a dare grattacapi al Bologna.

L’inizio è da brividi, non che il Bologna imponga un ritmo travolgente ma al 3’ è già sotto Da Costa a infastidire il portiere brasiliano. Il colpo di testa di Moscardelli va alto sopra la traversa. Da Costa deve intervenire di pugno sul corner successivo calciato da Diamanti.

Il Bologna tiene palla, la Sampdoria si difende con attenzione, per provarci con lanci lunghi su Gabbiadini e Eder. Partita che non si accende. Ci prova il solito Diamanti che al 22’ viene steso da Krsticic che si becca l’ammonizione,

Al 25’, quasi a sorpresa, la Sampdoria passa in vantaggio: Gabbiadini ci prova da fuori, Turci respinge male e Eder insacca. 16’ gol in Serie A per la punta blucerchiata, che qualche minuto dopo si beccherà una ammonizione per proteste. Un minuto prima è il mobile Moscardelli a prendere una traversa, sulla ribattuta Kone mette dentro ma è in posizione di fuorigioco. Il pareggio degli emiliani arriva però al 40’, ancora Moscardelli che insacca da posizione ravvicinata dopo una respinta corta di Da Costa.

All’inizio del secondo tempo la Sampdoria si fa subito audace, Palombo innesca Gabbiadini che viene anticipato dal solito Natali. Al 51’ Gabbiadini ci prova da calcio piazzato: tiro potente ma stavolta Turci respinge. La Sampdoria rimane avanti e al 54’ è ancora Eder a mettere in ambasce la difesa rossoblù.

La Sampdoria reagisce e chiude in avanti, con una bella giocata di Eder. Il primo tempo finisce in parità.

Il Bologna si fa rivedere dalle parti di Da Costa ancora con Diamanti. Al 58’ è ancora Moscardelli a mettere paura ai blucerchiati, raccogliendo un cross da sinistra di Bianchi. Risponde la Samp con un colpo di testa di De Silvestri: a lato di un soffio.

Gol mancato, gol subito: cross dalla destra di Garics, rovesciata di Kone che insacca alla sinistra di Da Costa.

L’allenatore del Bologna fa un doppio cambio: Perez per Krhin e Mantovani per Cech. Il Bologna abbassa il baricentro. Gabbiadini fa ammattire Della Rocca che lo stende. Punizione che lo stesso attaccante calcia perfettamente sopra la barriera. E’ il pareggio della Sampdoria.

Delio Rossi decide di togliere Eder e Renan e inserire Sansone e Soriano. Il Bologna attacca però con più continuità, soprattutto Diamanti-Moscardelli. Dall’altra parte punge il solito Gabbiadini.

Le squadre sembrano accontentarsi, Soriano no che impegna con un tiro da fuori Curci. E’ uno degli ultimi squilli del match. La partita finisce con un buon pareggio per la Sampdoria, che ha riconfermato l’organizzazione già mostrata con la Juventus, ma ha fatto vedere con squadre di pari livello sa tessere giocate ficcanti e mai banali. Bene Gabbiadini ed Eder.