Quantcast
Cronaca

Derby e Oktoberfest, Genova aspetta domenica tra rassicurazioni e polemiche

stadio ferraris

Genova. Calcio più alcol, si sa, non costituisce un binomio rassicurante. Non che si prevedano scontri, certo, ma la serata di domenica si prospetta movimentata a Genova. Due, infatti, gli appuntamenti che, per forza di cose, richiederanno un occhio di riguardo sotto il profilo della gestione dell’ordine pubblico: il derby Sampdoria-Genoa a Marassi, l’Oktoberfest in piazza della Vittoria.

Insomma, le forze dell’ordine dovranno gestire al meglio i due eventi, considerando che la partita finirà attorno alle 23, mentre la festa dedicata alla birra non terminerà che alle 2. Proprio l’eventualità che i tifosi si rechino in massa in piazza della Vittoria contribuisce a soffiare sul fuoco della polemica.

Non a caso il Prefetto di Genova, e l’organizzazione della Oktoberfest hanno deciso che domenica la kermesse si possa svolgere regolarmente fino alle 2 di notte ma che dalla mezzanotte di domenica il tendone venga chiuso e sia impedito l’accesso a chi vi volesse entrare. Nelle ultime due ore, ovvero
da mezzanotte alle 2, si potrà solo uscire dal luogo della festa e non entrare. In tutti gli altri giorni la manifestazione si svolgerà regolarmente.

“Oggi – attacca il sindacato Silp-Cgil – si è svolto l’annunciato incontro presso la Prefettura di Genova in merito all’agibilità dello stadio Ferraris. I vertici della Prefettura hanno confermato che lo specifico decreto ministeriale sulla sicurezza degli stadi italiano oggi viene rispettato anche a Genova grazie agli ultimi accorgimenti tecnici.
Dalle planimetrie che ci sono state sottoposte durante l’incontro, si evidenzia però che le condizioni operative di fronte al settore “distinti” non sono state migliorate.
Persistono condizioni operative inaccettabili per la mancanza di spazi adeguati per eventuali interventi di ordine pubblico in situazioni di criticità”.

“Auspicando che questo derby – continua – sia una grande festa per lo sport genovese, ancora una volta mettiamo di fronte alle proprie responsabilità chi si assume scelte tecniche e politiche che, a nostro parere, mettono a repentaglio la sicurezza di cittadini e operatori delle forze dell’ordine.
Il Silp aveva anche espresso “forti perplessità, auspicando un opportuno ravvedimento per la presenza di un’iniziativa, che prevede la mescita in grandi quantità di sostanze alcoliche, nelle immediate vicinanze dell’aria circostante lo stadio”.