Crisi Governo, Musso sferza i suo ex colleghi: "Scelta irresponsabile" - Genova 24

Crisi Governo, Musso sferza i suo ex colleghi: “Scelta irresponsabile”

Enrico Musso

Genova. Enrico Musso è stato un transfuga dal partito di Silvio Berlusconi della prima ora. Il dissapore e le motivazioni che lo hanno portato lontano dal partito, sono confermate da questa decisione di togliere la fiducia al governo. Ecco la sua lettera inviata ai ministri e ai parlamentari del Pdl.

“Cari Ministri e cari parlamentari del PdL,

Le vostre dimissioni sono conseguenza della scelta irresponsabile di un manipolo di persone.

Silvio Berlusconi, che tenta di salvaguardare la propria posizione personale e quella delle sue aziende, e un gruppo di parassiti che non hanno esitato a spingerlo su questa strada per trarne fino all’ultimo personali benefici in denaro e potere, pronti ad abbandonarlo un minuto dopo la sua definitiva rovina.

Le vostre dimissioni causeranno gravi danni economici, e non solo economici, agli Italiani. Per questo molti di voi, consapevoli di rappresentare un elettorato principalmente moderato, liberale e democratico, sono a disagio.

D’altra parte, sapete bene che con questa legge elettorale la disobbedienza sarà punita con la mancata ricandidatura nelle elezioni che si annunciano imminenti.

E’ ora di uscire allo scoperto. Abbiate il coraggio far prevalere l’interesse del paese a quello di Berlusconi e persino al vostro. Abbiate il coraggio di agire secondo coscienza, di giocarvi un seggio che forse perderete comunque nell’imminente tracollo.

Gli uomini, le donne, e soprattutto i media di Berlusconi vi insulteranno, vi calunnieranno, vi tratteranno da traditori, ma molti altri vi ammireranno e vi porteranno a esempio. E gli Italiani – che pure non vi saranno riconoscenti – ne avranno finalmente un beneficio.

Se c’è un modo per riscattare con un solo gesto una politica spesso vile e utilitarista, quasi sempre inutile all’interesse dei cittadini, l’ora in cui compiere quel gesto è arrivata, e non ce ne sarà un’altra”.