Quantcast
Economia

Cessione Ansaldo Energia, Alce fa appello a Letta: “Intervenga per impedire spoliazione”

Genova. ”Preoccupata” per ”la cessione di Ansaldo Energia alla coreana Doosan” l’Associazione Ligure Commercio Estero (Alce) fa un appello al presidente del Consiglio Enrico Letta ”perché intervenga per impedire che un pezzo così importante della Genova industriale venga disperso per ottenere risultati economici a breve che sarebbero sicuramente irrilevanti paragonati all’impatto negativo sul tessuto economico del territorio”.

”Alce si e’ sempre battuta per la libertà dei commerci e dei movimenti delle aziende rifiutando con forza ogni tendenza protezionista – si legge in una nota -. Esiste, tuttavia, il ragionevole dubbio che l’operazione si possa tradurre nella spoliazione di un’azienda prestigiosa”.

”Siamo convinti che l’alternativa italiana della Cdp garantirebbe l’occupazione, l’indotto (14 mila lavoratori), e manterrebbe a Genova una realtà industriale che sta dimostrandosi attiva ed in continuo sviluppo” dice ancora Alce.

”La commessa di 440 milioni di euro appena ottenuta per la costruzione di due centrali elettriche in Sudafrica è l’esempio di come Ansaldo sappia reagire alla crisi”

”Siamo convinti – dice ancora l’ Alce – che l’ingresso di soci anche stranieri nella compagine
sociale di Ansaldo Energia possa essere stimolante ma solo se tale ingresso fosse teso ad un rafforzamento della Società e, comunque, senza cedere la maggioranza delle azioni garantendo il
mantenimento attuale del controllo”.

”In questa ottica – dice ancora l’associazione del commercio estero – apprezziamo la posizione assunta dal sindaco di Genova Marco Doria. Siamo fermamente convinti che l’unico modo per affrontare e superare l’attuale gravissima crisi economica sia quello di fare affidamento alla capacita’, alla forza e alla
determinazione della nostra gente”.