Quantcast
Economia

Banca Carige, il giorno della relazione di Bankitalia. Burlando: “Regione si tiene fuori dalle nomine”

carige

Genova. ”Certamente ho espresso preoccupazioni per una situazione complessa, non ho mai lasciato dichiarazioni e non lo faccio nemmeno adesso, chi deve decidere decida. Io ho incontrato il presidente della Fondazione Carige per parlare del futuro della banca così come ho incontrato tutti quelli che me lo hanno chiesto. E’ importante che Banca e Fondazione lavorino con serenità, dando il meglio in questa fase delicata”. Lo ha detto il presidente della Liguria Claudio Burlando parlando del futuro Cda della banca.

”Come in passato, la Regione si tiene fuori; come l’ultima volta lasciamo al cardinale Bagnasco di indicare un rappresentante per dare attenzione ai settori fragili”. Proprio a significare il “distacco da una situazione che altri hanno affrontato in maniera diversa regola senza troppi risultati – ha detto Burlando – la politica deve fare politica, la banca fa la banca e la Fondazione deve fare la Fondazione. Ognuno faccia sua parte rispettando le autonomie reciproche”.

Oggi per l’istituto di credito genovese è un giorno cruciale: le osservazioni della Banca d’Italia saranno rese note durante il cda della banca. Un appuntamento doppiamente atteso, per il giudizio sui vertici dell’istituto e perché per i soci costituirà un’importante indicazione per la scelta dei nomi del nuovo Cda.