Assegni sociali "a scrocco", Rambaudi: "Più controlli e modifiche al modello Isee" - Genova 24

Assegni sociali “a scrocco”, Rambaudi: “Più controlli e modifiche al modello Isee”

Liguria. Dopo il caso dei 19 furbetti stranieri scoperti dalla Guardia di Finanza di Savona che usufruivano di assegni di mantenimento senza averne diritto e con un varazzino che viveva alle spalle dei servizi sociali nonostante avesse due mln in banca e un alloggio con garage in Piemonte, intervento dell’assessore regionale Lorena Rambaudi, che ha parlato delle iniziative per contrastare il fenomeno.

“Stiamo lavorando per la creazione di una banca dati ad hoc dove confluiscono tutte le prestazioni sociali erogate da comuni ed enti. Una anagrafe delle prestazioni sociali per la singola persona, con la modifica del modello Isee che potrà stabilire l’effettivo patrimonio e ricchezza delle persone e delle famiglie. Insomma maggiori controlli in quanto in un momento come questo è fondamentale stabilire chi ha davvero bisogno di servizio sociali” ha detto l’assessore regionale Lorena Rambaudi.

“Una verifica concreta sul tema resta una priorità che affronteremo nella Conferenza delle Regioni. Quanto a rendere i pubblici i nomi di coloro che se ne sono approfittati di benefici pubblici mi pare alquanto delicato, invece bisogna mettere in atto gli strumenti appropriati per impedire all’origine di erogare prestazioni sociali non dovute, creando sprechi nella spesa pubblica” ha concluso la Rambaudi.