Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Aon Tennis Challenger, poker italiano nei quarti: Arnaboldi, Volandri, Di Mauro e Lorenzi

Genova. Quattro italiani, un tedesco, un ceco, uno spagnolo e uno slovacco. Questa la composizione dei quarti di finale dell’Aon Challenger, suddividendo i partecipanti per nazionalità di appartenenza.

Tanti al via ad anche competitivi, quindi, i tennisti italiani. La copertina spetta ad Andrea Arnaboldi che, dopo la lunga battaglia del primo turno, è stato capace di battere Gianluca Naso, il giustiziere di Albert Montanes. Nel primo set Andrea ha piazzato il break decisivo sul 3/2; nel secondo si è trovato sotto 1/4 ma è stato capace di rimontare ed imporsi 6/4.

Prendendosi la rivincita della finale di San Marino, Filippo Volandri ha superato Marco Cecchinato. Il livornese ha sbrigato la pratica in 2 set, in 1 ora e 26 minuti di gioco. Cecchinato si è fatto notare solamente in avvio di secondo parziale, portandosi avanti 3/1, ma è stato in breve recuperato dal più esperto avversario.

Testa di serie numero 4, Paolo Lorenzi è stato protagonista del match serale, nel quale ha sconfitto Diego Sebastian Schwartzman. Un incontro non facile per l’italiano, che ha subito un pesante 6/1 nel primo set. Ha poi restituito all’argentino un identico parziale, per poi aggiudicarsi il terzo per 6/3.

Vittoria in rimonta pure per Alessio Di Mauro ai danni di Moritz Baumann, giunto negli ottavi grazie al successo su Albert Ramos. Il siciliano, nel terzo set, si è trovato sotto 2/3 15-40 ma ha annullato le due palle break al tedesco. Nel nono game ha strappato il servizio al rivale, conquistando il successo.

Nei quarti Di Mauro se la vedrà con Andrej Martin, classe 1989, bravo a superare in 2 set l’incostante Amir Weintraub. Nel prossimo turno per Volandri ci sarà Pablo Carreño Busta che, tra gli atleti rimasti in gara, è quello che occupa la posizione più alta in classifica. Lo spagnolo ha avuto ragione di un Potito Starace che, dopo aver ceduto 7-2 nel tie-break del primo set, si è sciolto nel secondo.

Arnaboldi avrà di fronte Dustin Brown che, dopo un primo set strappato per 7/5 a Teymuraz Gabashvili, nel secondo ha beneficiato del ritiro del russo. Lorenzi incontrerà Jan Hajek che ha fatto valere la propria maturità agonistica ai danni di Dominic Thiem, regolato con un doppio 6/4.

Gli ottavi di finale del singolare:
Andrea Arnaboldi (Ita, 241) b. Gianluca Naso (Ita, 267) 6/3 6/4
Dustin Brown (Ger, 171) b. Teymuraz Gabashvili (Rus, 122) 7/5 4/0 ret.
Paolo Lorenzi (Ita, 80) b. Diego Sebastian Schwartzman (Arg, 133) 1/6 6/1 6/3
Jan Hajek (Cze, 103) b. Dominic Thiem (Aut, 216) 6/4 6/4
Filippo Volandri (Ita, 101) b. Marco Cecchinato (Ita, 186) 6/2 6/4
Pablo Carreño Busta (Esp, 76) b. Potito Starace (Ita, 202) 7/6 6/1
Andrej Martin (Svk, 137) b. Amir Weintraub (Isr, 188) 6/4 6/3
Alessio Di Mauro (Ita, 262) b. Moritz Baumann (Ger, 521) 4/6 6/0 6/4

Nel doppio entrano in semifinale le tre teste di serie che erano rimaste in gara. La coppia numero 1 del seeding, composta da Bracciali e Marach, si è riposata, dato che già ieri Ramos aveva comunicato il suo abbandono.

Dalla parte opposta del tabellone buona prova di Kowalczyk e Zelenay che, così com’era accaduto nel primo turno, hanno vinto in 2 set con un tie-break. In semifinale giocheranno contro Draganja e Pavic, che non hanno lasciato scampo a Motti e Starace.

E’ terminato in due set, ma molto tirati, anche l’incontro tutto italiano: Crugnola e Ianni hanno avuto la meglio su Basso e Di Mauro.

I quarti di finale del doppio:
Daniele Bracciali (Ita) / Oliver Marach (Aut) b. Pablo Carreño Busta (Esp) / Albert Ramos (Esp) wo
Marco Crugnola (Ita) / Stefano Ianni (Ita) b. Andrea Basso (Ita) / Alessio Di Mauro (Ita) 7/6 7/5
Marin Draganja (Cro) / Mate Pavic (Cro) b. Alessandro Motti (Ita) / Potito Starace (Ita) 7/6 6/2
Mateusz Kowalczyk (Pol) / Igor Zelenay (Svk) b. Teymuraz Gabashvili (Rus) / Andreas Siljestrom (Swe) 6/3 7/6

Domani, venerdì 6 settembre, si inizierà a giocare alle ore 14. Sul centrale, nell’ordine, andranno in scena le seguenti partite: Martin-Di Mauro, Arnaboldi-Brown, Volandri-Carreño Busta (alle 18,30), Lorenzi-Hajek (20,30).

Sul campo numero 1 le semifinali del doppio: Bracciali/Marach contro Crugnola/Ianni; Draganja/Pavic contro Kowalczyk/Zelenay.