Quantcast
Sport

Aon Tennis Challenger: oggi le semifinali Volandri-Martin e Brown-Lorenzi

P1440834

Genova. Prenderà il via oggi, alle ore 17, la settima e penultima giornata di gioco dell’Aon Tennis Challenger, “Memorial Giorgio Messina”.

Sul centrale Beppe Croce si assegnerà il titolo del doppio. Saranno di fronte la coppia favorita del torneo, composta dall’italiano Bracciali e dall’austriaco Marach, e la quarta testa di serie, formata dai croati Draganja e Pavic.

In semifinale Daniele Bracciali e Oliver Marach hanno liquidato per 6/0 6/3 Stefano Ianni e Marco Crugnola. Marin Draganja e Mate Pavic hanno battuto con un periodico 6/4 Mateusz Kowalczyk ed Igor Zelenay.

Alle ore 18,30 andrà in scena la prima semifinale, tra Filippo Volandri e Andrej Martin. Lo slovacco, numero 137 al mondo, ha schiantato Alessio Di Mauro per 6/1 6/0 in 1 ora e 14 minuti. “Sono davvero contento per la mia prestazione – ha spiegato al termine del match – e non era facile. Quello di Genova è un torneo davvero importante ed essere arrivato fino a questo punto mi riempie di gioia”.

Volandri ha sfoderato una grande prestazione, eliminando il numero 3 del seeding, Pablo Carreño Busta, favorito del torneo dopo l’uscita di scena dei connazionali Montanes e Ramos. Il livornese, 101° del ranking Atp, è partito bene andando sul 3/0. Lo spagnolo lo ha riagganciato sul 3/3, ma con tre giochi di fila Filippo ha fatto suo il primo set. Nel secondo parziale Volandri si è portato sul 5/1; l’avversario ha impattato sul 5 pari ma nel finale l’italiano è salito in cattedra imponendosi 6/3 7/5.

Alle ore 20 Dustin Brown e Paolo Lorenzi si contenderanno il secondo posto in finale. Il tedesco, 171° al mondo, ha fatto sua la battaglia con Andrea Arnaboldi, durata 2 ore e 29′. Brown si è aggiudicato il tie-break del primo set per 7-3. Nel secondo set è andato avanti 4/1 con tre palle a disposizione per il doppio break, ma si è seduto permettendo ad Andrea di rientrare clamorosamente in partita vincendo 7-4 al tie-break. Nel terzo set Brown si è dimostrato più lucido, prevalendo per 6/1.

Paolo Lorenzi, numero 80 della classifica e quarta testa di serie, ha surclassato Jan Hajek in 54′ di gioco. Avanti 4/2, l’italiano ha infilato otto giochi di fila, chiudendo 6/2 6/0 in gran scioltezza.