Quantcast
Cronaca

Amt, la Valbisagno preme sulla tramvia: dibattito infuocato sul taglio linee

assemblea valbisagno tagli amt

Valbisagno. Se non si è ancora fatto, si può ancora fare. E’ il contrattacco della Valbisagno alle prese con il nuovo orario invernale Amt che ha imposto il taglio delle linee 12, 13 e 14, con interscambio a Brignole con la metro e l’introduzione della linea circolare 11 (Brignole-Caricamento) per raggiungere i servizi essenziali (vedi ospedale Galliera, scuole ecc).

Dopo l’interrogazione in consiglio comunale di martedì scorso, il confronto, altrettanto e ancora più acceso, si è spostato oggi in loco. Municipio Media Valbisagno, cittadini e assessore Dagnino. La contestazione è arrivata puntuale. L’Associazione metrogenova.com scrive in diretta su Facebook l’andamento della discussione: “La popolazione mostra i muscoli: pronti a bloccare le strade se i tagli confermati”.

Gli animi si scaldano, l’assessore Dagnino riesce a fatica a prendere parola e a confermare il noto: i tagli sono necessari per salvare Amt così come la mini rivoluzione in Valbisagno è “figlia” dell’arrivo della metropolitana a Brignole, per cui sono stati investiti milioni di euro. E non serve che in più di uno definisca la metro “inutile e costosa” e che la stessa Dagnino prometta di tenere in considerazione le proposte sulle linee: i tagli sono additati come insensati e non debitamente approfonditi. Di qui la raccolta firme (che prosegue ad oltranza), ora a quota 4 mila, per far tornare tra le altre cose il capolinea del 14 in via Dante e quelli del 12 e 13 a Caricamento, come vuole un emendamento della minoranza.

Tra le proposte: il ripristino delle corse, e una ripresa “con forza” della proposta tramvia in Valbisagno, di vincenziana memoria. Come? Accedendo ai finanziamenti europei, propone il presidente di Municipio, Agostino Gianelli. La Valbisagno ha già pagato troppo in passato, è il ragionamento bipartisan. Vanno cercate soluzioni alternative, magari tagliando altrove alla voce dirigenti Amt, invece che operare sulle linee di un territorio già al collasso. Amt, dal canto suo si dice “pronta al dialogo con le istituzioni locali per migliorare, dove possibile, il servizio”, ma la contestazione è forte.