Quantcast
Sport

Tennis, Aon Open Challenger: la prima wild card è per il detentore Albert Montanes

tennis

Genova. E’ ufficiale la prima wild card dell’Aon Open Challenger. E’ andata ad Albert Montanes, spagnolo, numero 44 del ranking mondiale e detentore del torneo.

La notizia è stata comunicata poco fa nell’ambito della conferenza stampa di presentazione dell’11ª edizione del torneo.

Fabio Fognini, giocando una pessima partita contro Rajeev Ram, è uscito al primo turno degli US Open e pertanto potrà beneficiare della wild card per il Challenger di Genova.

Tanti altri dei possibili protagonisti sui campi di Valletta Cambiaso si sono “liberati” del pensiero di dover giocare sul cemento americano, a partire da Paolo Lorenzi, sconfitto all’esordio da Tomas Berdych.

Nel frattempo, sono giunte quattro cancellazioni: Aljaz Bedene, Ruben Ramirez Hidalgo, Antonio Veic e Bjorn Phau non saranno in campo a Genova. Buon per Potito Starace, Giullermo Olaso, Andrea Arnaboldi e Marco Trungelliti, che entrano direttamente nel main draw.

Questi, secondo le classifiche del 12 agosto, i tennisti già ammessi al tabellone principale:
41° Albert Montanes (Spa)
72° Paolo Lorenzi (Ita)
75° Albert Ramos (Spa)
90° Pablo Carreño Busta (Spa)
96° Filippo Volandri (Ita)
121° Teymuraz Gabashvili (Rus)
124° Jan Hajek (Cze)
133° Diego Sebastian Schwartzman (Arg)
138° Andrej Martin (Svk)
151° Stephane Robert (Fra)
178° Dustin Brown (Ger)
179° Jan Mertl (Cze)
180° Marco Cecchinato (Ita)
187° Amir Weintraub (Isr)
196° Boris Pashanski (Srb)
199° Renzo Olivo (Arg)
209° Florent Serra (Fra)
213° Maxime Teixeira (Fra)
222° Dominic Thiem (Aut)
240° Potito Starace (Ita)
242° Giullermo Olaso (Spa)
246° Andrea Arnaboldi (Ita)
248° Marco Trungelliti (Arg)

Dagli alternates si sono cancellati Miloslav Mecir, Jaroslav Pospisil, Alberto Brizzi, Yannick Mertens ed altri sei atleti. Questi i primi 16 dell’elenco:
257° Alessandro Giannessi (Ita)
261° Alessio Di Mauro (Ita)
288° Gianluca Naso (Ita)
297° Lorenzo Giustino (Ita)
308° Roman Jebavy (Cze)
316° Andreas Beck (Ger)
318° Filip Krajinovic (Cro)
320° Yannik Reuter (Bel)
321° Kristijan Mesaros (Cro)
324° Artem Smirnov (Ukr)
337° Alexander Ward (Gbr)
342° Miljan Zekic (Srb)
343° Michal Konecny (Cze)
347° Salvatore Caruso (Ita)
355° Christopher Rungkat (Ina)
358° Rui Machado (Por)