Quantcast

Taglio del nastro per l’Expo Fontanabuona-Tigullio: 9 giorni alla scoperta delle eccellenze del territorio

expo fontanabuona tigullio

Calvari. Taglio del nastro oggi per l’Expo Fontanabuona-Tigullio. Nove giorni di concerti, dimostrazione di mestieri, arti e prodotti, convegni, sport, cultura, e l’occasione per scoprire le eccellenze artigianali ed enogastronomiche del territorio.

Si tratta del terzo appuntamento della rete Expo Liguria, il più storico e conosciuto e quello che coinvolge la più ampia area di territorio.

La manifestazione – che si svolgerà presso il Parco Esposizioni Fontanabuona fino 1 settembre – promuoverà ben 27 Comuni della costa e dell’entroterra della Provincia di Genova attraverso stand istituzionali, gastronomici, convegni ed eventi tematici: Avegno, Borzonasca, Carasco, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Chiavari, Cicagna, Cogorno, Coreglia Ligure, Favale di Malvaro, Lavagna, Leivi, Lorsica, Lumarzo, Mezzanego, Moconesi, Ne, Neirone, Orero, Rapallo, Rezzoaglio, Santo Stefano d’Aveto, San Colombano Certenoli, Sestri Levante, Tribogna, Uscio e Zoagli.

L’Expo, che nel 2012 ha raggiunto le 40.000 presenze, coinvolgerà quest’anno quasi 200 aziende e si propone come un importante momento di valorizzazione delle molte eccellenze che questo territorio esprime. Tema centrale di quest’edizione sarà la valorizzazione dello splendido artigianato del tessuto, declinato nella miriade di creazioni ancora presenti in tutta l’area del Tigullio e dell’entroterra, con veri e propri gioielli del Made in Italy – LE TRAME PREZIOSE DEL TIGULLIO – ovvero damaschi, sete, velluti, lampassi, pizzi al tombolo, merletti, macramè, uncinetti, filati pregiati in lino e cachemire, creazioni uniche e lavorazioni innovative che costituiranno la grande vetrina di Expo Fontanabuona – Tigullio 2013.

Altra novità di quest’edizione il Padiglione “San Colombano produce” nell’area 2, dedicato alle attività produttive del Comune in cui ha luogo la manifestazione.

Saranno sempre presenti le lavorazioni artigianali di pregio della Fontanabuona -l’ardesia, il legno, il ferro, gli orologi e le campane – e le tipicità enogastronomiche, tra cui i ravioli di Romaggi, i batolli di Uscio, i testaieu della Val Graveglia, i “cuculli” di Castagneto di Lorsica, la focaccia al formaggio di Recco, poi formaggi, funghi, insaccati, pasta artigianale, pasticceria vino e miele.

Non mancheranno “Il mercatino degli agricoltori”, dove poter acquistare i prodotti ortofrutticoli a km 0, l’“Area ludico-sportiva”, l’area dedicata agli animali con il “battesimo della sella”, lo “Spazio cucina e gastronomia” e lo spazio degustazioni dedicato al “Laboratorio di Cucina”. Nell’area 2 lo spazio
dedicato ad “Arti e mestieri” ospiterà dimostrazioni e laboratori aperti a grandi e piccini, mentre gli eventi culturali saranno ospitati presso i locali del Lascito Cuneo e della Cappella dei Santi Lorenzo, Pietro e Paolo nel centro storico di Calvari.
Infine sarà sempre possibile partecipare alle visite guidate gratuite “Alla scoperta dell’entroterra”.

L’area espositiva, a seguito della permanenza dei cantieri per la realizzazione del complesso scolastico dell’Istituto Marsano, è stata ampliata come lo scorso anno, con l’aggiunta di una grande tensostruttura, collocata di fronte agli edifici dell’area 1 del Parco Esposizioni Fontanabuona.

Come afferma Marisa Bacigalupo, Presidente dell’Agenzia di Sviluppo GAL Genovese, organizzatore dell’evento, “Nonostante tutte le difficoltà che comporta operare in un’area in cui è attivo un cantiere, siamo convinti dell’ottima riuscita dell’evento. L’Edizione 2013 conferma ancora una volta la Medaglia della Presidenza della Repubblica e una serie di importanti patrocini che costituiscono un riconoscimento per la qualità e il successo ottenuto nel tempo dall’iniziativa. Per l’edizione in corso sono previste novità stimolanti e un complessivo dinamismo che rendono la manifestazione non solo un Expo ma un evento dagli aspetti multiformi. Il punto di forza è ancora costituito da un’ampia presenza (due interi padiglioni dedicati) di attività artigianali e produttive di qualità oltre a un’offerta molto ampia e plurisettoriale”.

Con Expo Fontanabuona – Tigullio ripartono le iniziative di Expo Liguria, la rete degli Expo locali dedicati ai prodotti e alla cultura del territorio ligure, dopo gli appuntamenti a giugno e a luglio con Expo Valle Scrivia e Expo Val Trebbia.

Un’iniziativa realizzata da una partnership pubblico/privata – che vede la partecipazione di Fondazione CARIGE, Regione Liguria e Camera di Commercio in qualità di finanziatori e di ANCI Liguria come soggetto organizzatore (con cui collabora l’ Agenzia di Sviluppo GAL Genovese) – che ha nei Comuni della nostra regione i veri protagonisti.

“Dopo l’ottimo successo di Expo Valle Scrivia e Expo Val Trebbia riprende con Expo Fontanabuona – Tigullio il percorso di Expo Liguria – spiega il vice presidente di Fondazione CARIGE e segretario di ANCI Liguria Pierluigi Vinai – un’iniziativa nata per rilanciare un grande patrimonio fatto di specialità enogastronomiche, cultura e tradizioni, che rappresenta uno dei settori strategici della nostra regione. Si tratta di una vetrina importantissima ma anche di un’occasione di confronto e collaborazione tra i Comuni e le imprese che lavorano sul territorio; un banco di prova per il lavoro che ANCI Liguria, le amministrazioni e le aziende saranno chiamati a svolgere in vista di EXPO 2015, con l’obiettivo comune di valorizzare nel modo migliore possibile i prodotti e le tradizioni che rendono la Liguria unica a livello nazionale e internazionale”.

Expo Liguria proseguirà a settembre e ottobre con Expo Val Polcevera (6/8 settembre), Expo Valle Arroscia (13/15 settembre), Expo Della Riviera e delle sue Valli (20/22 settembre) e Expo Valle Stura (26/28 settembre e 4/6 ottobre).

L’Expo Fontanabuona Tigullio sarà aperto al pubblico con i seguenti orari:
Sabato 24 agosto, domenica 25 agosto e domenica 1 settembre 10.00/ 23.00
Giorni feriali e sabato 31 agosto 16.00/23.00